Aprire un Home Delivery in Franchising

Aprire un Home Delivery in Franchising

L’home delivery è ad oggi uno dei migliori settori in cui investire per avviare un’attività imprenditoriale. Se si sceglie il franchising si avrà inoltre accesso a vantaggi competitivi ed agevolazioni uniche che solo l’appartenenza ad un grande network può garantire.

 

Scopri i migliori Franchising di Home Delivery a cui è possibile affiliarsi QUI.

Il settore e come avere successo

Il settore dell’home delivery, ovvero delle consegne a domicilio, è non solo uno dei settori con i maggiori tassi di crescita degli ultimi anni, ma anche un’ottima occasione imprenditoriale che, nonostante l’incremento della concorrenza, offre ancora ampio spazio di inserimento ai nuovi imprenditori.

Il settore delle consegne a domicilio, sino a circa due anni fa incentrato per il 90% sul settore ristorativo con il food delivery, ha subito un vero e proprio “boom” nell’ultimo anno. Il 2020, caratterizzato tristemente dall’emergenza sanitaria globale causata dalla diffusione del coronavirus Covid-19, ha portato ad un incremento esponenziale ed inatteso del settore, sino ad arrivare a generare una domanda maggiore dell’offerta presente. Le abitudini di consumo e di vita sono infatti fortemente mutate a seguito del lockdown forzato, che ha caratterizzato anche l’Italia, nonché della chiusura forzata, o della riduzione dell’orario, delle attività commerciali e ristorative tradizionali e fisiche.

Ad oggi le attività di home delivery sono, al pari delle attività di food delivery come i noti JustEat, Deliveroo, Glovoo, UberEats, e gli altri player di mercato di rilievo a livello nazionale, attività di intermediazione che consegnano a domicilio dei clienti, tramite un’APP ed un sito web dedicati, qualunque cosa da parte di attività commerciali convenzionate locali: dalla spesa del supermercato ai farmaci, dai fiori ai prodotti per gli animali domestici, arrivando a coprire anche il settore dei servizi, con prestazioni on-demand ed anche da remoto.

Per avere successo ad oggi nel settore dell’home delivery è fondamentale offrire un servizio efficiente e puntuale, puntare su prodotti realmente richiesti dall’utenza locale, effettuare convenzioni con attività verificate ed affidabili, puntare solo su prodotti e servizi realmente qualitativi, utilizzare piattaforme tecnologiche e software all’avanguardia, offrire APP e sito web intuitivi e funzionali, nonché ovviamente un servizio clienti e post vendita attento e rapido. Il tutto realizzando una rete di delivery efficiente e nel rispetto di tutte le attuali normative, anche per quanto riguarda la sicurezza dei drivers nonché la cura nel trasporto degli alimenti e degli oggetti più delicati.

 

I vantaggi del franchising

Affiliarsi ad un franchising nel settore del food delivery o dell’home delivery permette di avere un’attività chiavi in mano, con enormi semplificazioni ed agevolazioni, di ridurre notevolmente il rischio d’impresa e con la garanzia di un’attività che funziona e con un ampio potenziale di successo.

 

Vuoi aprire la tua attività di home e food delivery e consegne a domicilio in franchising? QUI trovi le migliori offerte in Italia.

 

Vediamo alcuni dei principali vantaggi offerti dai franchising di consegne a domicilio:

  • trasferimento di know-how, esperienze, conoscenze, competenze, modalità gestionali / organizzative collaudate e semplificate
  • possibilità di avviare un business di successo anche senza pregresse esperienze o competenze
  • formazione, affiancamento, assistenza, consulenza, e corsi di aggiornamento costanti a 360°
  • studio del territorio, analisi iniziali, analisi preliminari di fattibilità, stima dei costi e dei ricavi, realizzazione del business plan
  • progettazione e realizzazione dell’attività chiavi in mano, con fornitura completa di software, hardware, APP, sito web personalizzato, divise per i driver, strumenti ed accessori per il trasporto e la consegna a domicilio, mascherine ed altri DPI, ecc.
  • accesso ad agevolazioni, convenzioni esclusive, e semplificazioni sia sul lato burocratico (supporto per adempimento iter, comunicazioni, iscrizioni, rispetto normative igiene, ecc) sia sul lato economico e dei costi
  • riduzione del rischio imprenditoriale ed ingresso nel settore con una posizione di leadership acquisita
  • utilizzo di un marchio noto, con una brand reputation solida e clientela già fidelizzata, e di un format collaudato
  • sfruttamento della visibilità della casa madre e del network, nonché degli investimenti in marketing / comunicazione centralizzati a livello nazionale, sia online che offline

 

 

Cosa serve, requisiti, iter e costi

Per aprire un’attività di consegne a domicilio, sia in autonomia che attraverso l’affiliazione ad un franchising, sarà necessario seguire l’iter burocratico di base previsto per le attività di intermediazione e di servizi, ovvero:

  • apertura Partita Iva e scelta del Regime Fiscale e Contabile
  • iscrizione al Registro delle Imprese presso la Camera di Commercio
  • comunicazione certificata di Inizio Attività al Comune prima dell’avvio
  • apertura posizioni INPS ed INAIL
  • stipula delle necessarie Assicurazioni e dei Contratti per i corrieri ed i drivers
  • rispetto delle normative igieniche / sanitarie
  • ottenimento di eventuali Attestati / Autorizzazioni specifiche per il settore / prodotti / servizi trattati

 

Oltre a farsi seguire da un commercialista, è consigliabile informarsi presso lo SUAP locale in merito a tutte le normative ed i requisiti legali necessari. Affiliandosi ad un franchising di home delivery si avrà invece un affiancamento completo da parte della casa madre e dei legali / commerciali convenzionati.

A livello personale non sono indispensabili, se pur consigliate, esperienze pregresse nel settore, conoscenze o competenze nel settore o nel mondo dell’imprenditoria, né tantomeno licenze specifiche.

Sarà invece necessario riuscire a realizzare un sistema di delivery efficiente e di qualità, stipulando le convenzioni con le attività locali, creando una rete di drivers, nonché un sito web ed un’APP dedicata. Affidandosi ad un franchising si avrà un pacchetto chiavi in mano che semplificherà di molto l’avvio e la gestione dell’attività.

I costi per aprire un’attività di home delivery in autonomia si attestano inizialmente su un totale di circa 20.000 euro.

Se si decide invece di aprire un’attività di home delivery in franchising può essere sufficiente un budget di partenza a partire da appena 6.000 / 10.000 euro.

L’investimento iniziale necessario varia in base al marchio scelto, alla tipologia di format, ai servizi e prodotti inclusi nell’affiliazione, nonché alla dimensione dell’attività ed all’ampiezza di servizi offerti ai clienti ed ai settori merceologici / di servizi coperti.

 

Scopri i migliori Franchising di Home Delivery a cui è possibile affiliarsi QUI.

Search
Generic filters
Exact matches only
Filter by Custom Post Type