Aprire un Negozio BIO: Guida Completa, Iter e Costi

Aprire un Negozio BIO: Guida Completa, Iter e Costi

Per tutti gli aspiranti imprenditori che desiderano aprire un negozio, scegliere di avviare un negozio di prodotti biologici potrebbe essere una buona scelta grazie alla crescente richiesta che questi ultimi presentano sul mercato.

Confronta i migliori Franchising BIOLOGICI qui

I prodotti biologici, che siano alimentari, cosmetici o di altro tipo, hanno un crescente successo. Sempre più consumatori attenti alla salute, al benessere, nonché all’impatto ambientale, scelgono infatti di acquistare prodotti alimentari, e non, biologici.

Oramai, dunque, in quasi ogni città esiste almeno un negozio specializzato in prodotti BIO che possono spaziare dagli alimenti sfusi sino a quelli confezionati, dalla cosmetica naturale al make up green passando per l’abbigliamento e l’oggettistica, e perfino per i prodotti per l’infanzia, totalmente BIO, ecosostenibili e equosolidali, spesso provenienti da produzioni a km0.

Questa guida completa è rivolta agli aspiranti imprenditori appassionati di tematiche ambientali e salutiste, che desiderano avviare un’attività commerciale in un settore in crescita e ad oggi altamente redditizio. Vediamo insieme di seguito cosa serve e come fare ad aprire un negozio di prodotti BIO, i costi ed i requisiti necessari nonché le opportunità dal comparto franchising.

Come aprire un negozio BIO e cosa serve

I prodotti biologici sono sempre più richiesti ed acquistati. Ad avere successo ad oggi non sono più solamente i prodotti alimentari ma anche quelli inerenti la cura della casa e della persona.

Per aprire un negozio biologico sarà importante studiare dunque una gamma di prodotti in linea con le richieste e tendenze del mercato e del proprio target di riferimento. Altrettanta importanza avrà la strategia di prezzi. Considerando che l’acquisto del biologico viene considerato un “lusso”, la fascia di riferimento è una clientela con capacità di spesa medio/alta e dunque i prezzi potranno andare di pari passo con essa.

Proprio perché chi decide di acquistare prodotti biologici fa una scelta attenta e consapevole, volta a migliorare il proprio benessere ma anche a salvaguardare l’ambiente, i prodotti biologici venduti dovranno essere altamente qualitativi, naturali, certificati ed autentici al 100%. Importantissima sarà dunque la scelta dei fornitori (grossisti e produttori, anche locali ed artigiani).

Importante sarà anche la scelta della location. Per scegliere il locale più strategico per aprire un negozio biologico sarà necessario valutare e studiare la zona di riferimento, l’eventuale concorrenza, il bacino di utenza locale, la presenza o meno del proprio target di riferimento, la visibilità ed accessibilità del locale. Per aprire un negozio biologico di piccole / medie dimensioni potrebbe essere sufficiente un locale di metratura compresa tra 50 ed 80 mq.

Le attrezzature, i software e gli arredi necessari saranno minimali e del tutto simili a quelli necessari per l’apertura di un minimarket o negozio alimentare. Sarà quindi necessario trovare espositori, frigoriferi, banconi e scaffali, oltre a munirsi di cassa, insegna, POS, vetrofanie, divise, materiale promozionale e packaging.

Per quanto riguarda l’allestimento del locale sarà bene prediligere arredi minimali, materiali naturali ed elementi riciclati o recuperati.

Inizialmente si potrà gestire l’attività da soli, o a conduzione familiare, assumendo un dipendente part-time solo per gli orari o le giornate di maggiore affluenza.

Per quanto riguarda la parte promozionale bisognerà studiare un piano di comunicazione mirato ed efficace e strategie di marketing online ed offline.

Infine, fondamentale per il successo di un negozio biologico sarà la preparazione teorica e pratica in materia di prodotti biologici, ma anche di vendita, del personale e del titolare. Questo permetterà di fatti una maggiore fidelizzazione della clientela.

Iter e requisiti per aprire un negozio BIO

Per aprire un negozio biologico sarà necessario adempiere al consueto iter burocratico richiesto per l’apertura di attività commerciali di vendita al dettaglio. Inoltre, sarà anche necessario rispettare i requisiti ed adempimenti specifici richiesti in base alle categorie merceologiche offerte, come ad esempio per i prodotti alimentari.

Di seguito l’iter burocratico:

  • apertura Partita Iva
  • iscrizione al Registro delle Imprese
  • comunicazione di inizio attività al Comune
  • permesso per affiggere l’insegna
  • apertura delle posizioni INPS ed INAIL
  • installazione di un POS per i pagamenti
  • messa a norma degli impianti e del locale, in materia di igiene, sicurezza, agibilità, destinazione, urbanistica, ecc.
  • ottenimento del Nulla Osta Sanitario Asl
  • ottenimento degli attestati SAB (in assenza di preesistente idoneità al commercio alimentare) ed HACCP (quest’ultimo necessario per tutti i dipendenti)

Per quanto riguarda i requisiti di natura personale, non sono richieste specifiche licenze, né esperienze o competenze. Tuttavia l’imprenditore dovrà avere l’idoneità per l’avvio di un business imprenditoriale e, se pur non obbligatori, sarà utile che abbia anche maturato esperienza nel settore di vendita, gestione di un negozio e conoscenze specifiche riguardo al settore dei prodotti biologici ed alle tematiche ambientali.

Costi per aprire un negozio BIO e franchising BIO

Aprire un negozio biologico non richiede investimenti ingenti. Con un budget di circa 40.000 euro è infatti già possibile aprire un negozio biologico di piccole dimensioni (50 mq c.a.). Tuttavia la parte più complicata sarà il reperimento dei fornitori, l’ottenimento di condizioni contrattuali vantaggiose, l’acquisizione e fidelizzazione della clientela, nonché la creazione di una reputazione affidabile e solida.

Per tutti coloro che sono alla prima esperienza imprenditoriale o non possiedono particolari competenze nel settore retail, di vendita o nel settore biologico, aprire un negozio BIO in franchising potrebbe essere la scelta più indicata.

Alcuni dei vantaggi dei franchising BIO sono:

  • trasferimento del know-how e delle modalità di gestione ed organizzazione (semplificate e collaudate)
  • formazione, assistenza, consulenza ed affiancamento costante sia prima che dopo l’apertura
  • studi di fattibilità, business plan, analisi dei costi, analisi e scelta della migliore location per l’apertura
  • supporto per affitto, progettazione ed allestimento del negozio
  • format chiavi in mano comprensivo di tutto (arredi, attrezzature, software, insegne, e così via)
  • utilizzo di un marchio già noto con clientela fidelizzata
  • visibilità a livello nazionale grazie alla rete franchising estesa ed alle campagne promozionali centralizzate
  • potere commerciale elevato della casa madre
  • contratti di fornitura vantaggiosi ed importanti agevolazioni

Confronta i migliori Franchising BIOLOGICI qui

Search
Generic filters
Exact matches only
Filter by Custom Post Type