Aprire un Negozio di Abbigliamento Donna – Guida Completa

Aprire un Negozio di Abbigliamento Donna – Guida Completa

In questa guida completa vediamo come aprire un negozio di abbigliamento donna, perché ancora conviene e come avere successo, i costi ed i requisiti necessari, nonché lo stato attuale del mercato della moda femminile in Italia.

 

Leggi anche la guida generale: Come aprire un negozio di abbigliamento

Scopri le migliori offerte del settore: Franchising Abbigliamento Donna

IL MERCATO

Sino al 2019, anno antecedente alla pandemia, il mercato della moda italiana mostrava trend di costante crescita, anche grazie all’elevato valore generato dalle esportazioni e dagli acquisiti esteri. A seguito della pandemia, delle restrizioni messe in atto, della forte flessione dei consumi e dell’importante diminuzione dell’export, il biennio 2020 – 2021 ha segnato trend negativi.

Se pur il mercato della moda italiana sia ancora fortemente influenzato dal calo subito durante il periodo pandemico, ad oggi sono molte le aziende del settore che hanno saputo reinventarsi ed adattarsi ai nuovi trend di mercato, riuscendo a ristabilire i livelli pre-pandemia.

Nel 2022 il settore dell’abbigliamento in Italia risulta fortemente in crescita rispetto ai due anni precedenti, ma ancora non ai livelli pre-pandemia. Il mercato odierno è infatti caratterizzato da diverse criticità,tra cui la crisi economica, la flessione dei consumi, l’inflazione e l’aumento dei costi per materie prime ed energia.

Considerando sia il mercato nazionale che le esportazioni, le stime ufficiali prevedono che il mercato della moda italiana continuerà a crescere, raggiungendo nel 2023 un valore di oltre 81 miliardi di euro, superando anche i livelli pre-pandemia del 2019.

COME AVERE SUCCESSO

Se pur il target di riferimento della moda italiana sia sempre più eterogeneo ed inclusivo, il comparto della moda femminile risulta ancora predominante, generando una buona parte dei fatturati appartenenti al settore dell’abbigliamento.

Aprire un negozio di abbigliamento donna risulta quindi oggi una valida soluzione per entrare nel settore della moda, tuttavia il difficile mercato odierno rende quanto mai necessarie accortezze e strategie orientate al mercato, al target ed alle nuove tendenze.

Ad oggi per aprire un negozio di abbigliamento donna di successo è indispensabile puntare, oltre che su qualità, artigianalità e strategie di prezzo vincenti, anche su valori di sostenibilità ambientale e sociale, su digitalizzazione e su strategie comunicative e di marketing efficienti, oltre che saper calibrare la propria proposta di abbigliamento sul target di riferimento, andando ad intercettarne tendenze ed esigenze.

COSA SERVE, ITER E REQUISITI

Per aprire un negozio di abbigliamento donna oggi è possibile scegliere tra diversi format. Dal semplice negozio su strada al negozio online, sino al corner ed al temporary store, passando per formati ibridi che prevedono sia vendite online che nei negozi fisici.

Chiaramente in base alla tipologia di format anche i requisiti, inerenti ad esempio la location di apertura, il locale, l’allestimento, ed i relativi costi generati, varieranno sensibilmente. Sarà dunque indispensabile, per pianificare il business con successo, redigere un business plan ad hoc, che tenga in considerazione ogni peculiarità dell’attività e definisca tutte le strategie che si adotteranno, oltre che comprensivo di analisi di fattibilità e prospetto economico – finanziario.

A livello burocratico, sarà necessario:

  • aprire Partita Iva
  • iscriversi al Registro delle Imprese presso la Camera di Commercio
  • dare comunicazione di Avvio Attività al Comune
  • aprire le posizioni INPS ed INAIL

Tutte le primarie comunicazioni e gli adempimenti iniziali sono espletabili mediante la Comunicazione Unica, inviabile alla Camera di Commercio tramite PEC.

Sarà poi ovviamente necessario, in base alla tipologia di format scelto, adeguare l’eventuale locale, stipulare le necessarie assicurazioni sulla merce, e così via.

Si consiglia ad ogni modo di informarsi presso lo SUAP riguardo a tutti i necessari requisiti legali e farsi seguire da un commercialista onde evitare errori nell’iter.

I COSTI ED I POTENZIALI GUADAGNI

L’investimento per aprire un negozio di abbigliamento varia in base al format di negozio scelto, alla gamma di prodotti, ed a tutte le particolarità uniche di ogni business. A titolo esemplificativo, un investimento medio necessario per aprire un negozio di abbigliamento donna sarà compreso tra 30.000 e 50.000 euro.

Sempre a puro titolo esemplificativo, un negozio di abbigliamento donna ben gestito può raggiungere fatturati annui compresi tra 300.000 e 400.000 euro.

Gli utili netti, invece, dipendendo da moltissimi fattori, non sono stimabili se non tramite un business plan ed un piano economico e finanziario dettagliato.

IL FRANCHISING

Una scelta valida per inserirsi nel settore è oggi rappresentata dall’affiliazione ad un network in franchising. Aprire un negozio di abbigliamento donna in franchising garantisce infatti la possibilità di avviare il business senza pregresse esperienze, con budget ed investimenti ridotti, con un brand noto e riconoscibile, accedendo a know-how, esperienze, competenze, notorietà e posizione di leadership, nonché a condizioni economiche ed agevolazioni riservate.

Aprire un negozio di abbigliamento donna in franchising richiede investimenti variabili a seconda della tipologia di format, dalle peculiarità del business nonché dalla notorietà dell’azienda madre e dalle condizioni presenti nel contratto di affiliazione. Si parla mediamente di investimenti compresi tra 15.000 e 25.000 €.

 

Torna alla guida generale: Come aprire un negozio di abbigliamento

Visiona le migliori offerte del settore: Franchising Abbigliamento Donna

 

Search
Generic filters
Exact matches only
Filter by Custom Post Type