Aprire un Negozio di Animali in Franchising

Aprire un Negozio di Animali in Franchising

Come fare, cosa serve, i requisiti, l’iter, i costi e se conviene aprire un negozio di e per animali in franchising oggi.

Investimento minimo richiesto: € 10.000

Investimento medio richiesto: € 40.000

 

Guarda tutti i migliori marchi del settore Franchising Animali.

Situazione del Settore:

Il settore degli animali, degli alimenti, accessori, articoli e servizi a loro dedicati, presenta un trend positivo ed in crescita anno dopo anno. Attualmente la spesa annua, solo per quanto riguarda il pet food, è di circa 128 milioni di euro. Questi dati dimostrano come gli amanti degli animali non badino a spese quando si tratta di prendersi cura del loro cucciolo. Complice di questo trend la crescente importanza che ricoprono gli animali domestici nella vita delle persone, ma anche una crescente sensibilità e consapevolezza di ciò che fa loro bene e cosa invece no.

Per questo motivo, anche in un momento difficile per l’imprenditoria, il mercato dedicato agli animali continua ad espandersi ed a lasciare spazio alle nuove attività ed ai nuovi imprenditori che vogliono inserirvisi. I business incentrati sui pet che hanno maggior successo nel mercato odierno, inutile dirlo, sono le attività che puntano su qualità, sostenibilità ed attenzione alle tendenze del mercato ed alle esigenze dei propri clienti umani ed animali.

Per chi vuole aprire un negozio di / per animali sono esempi di successo le attività che offrono alimentari naturali e biologici, diete personalizzate sulle singole esigenze del proprio pet, consulenze nutrizionali ad hoc, giochi educativi ed integratori / medicinali naturali (come ad esempio integratori per il benessere intestinale, multivitaminici, prodotti con estratti di canapa e CBD, ecc). Ad avere un crescente successo sono tuttavia anche i pet services come ad esempio dog walking, pet sitting, educazione cinofila (ma anche rivolta ad altri animali), corsi di addestramento o agility, servizi funebri, ristoranti che prevedono anche preparazioni fresche adatte agli animali (pietanze fresche consegnate a domicilio o gelaterie con gusti adatti anche agli amici a 4 zampe).

Le reti in franchising dedicate agli animali sono moltissime, presentano diversi format adatti ad ogni tipologia di esigenza e permettono a chi ama gli animali di trasformare la propria passione in un business redditizio.

Ad oggi le offerte di affiliazione in franchising nel settore degli animali sono eterogenee sia per fascia di investimento / budget necessario, che per format, tipologia di prodotti o servizi trattati, e così via. Chiaramente il budget richiesto per aprire un’attività rivolta agli animali in franchising dipenderà in molta parte dal format di business scelto e dalle sue peculiarità (ad esempio presenza o meno di un negozio fisico / operatività solo online, vendita di prodotti e relativa necessità di acquisto forniture / offerta solamente di servizi, ecc) nonché dalle condizioni offerte dalla casa madre, dai servizi inclusi nel format e dalla notorietà dell’insegna a cui si decide di affiliarsi.

 

I Vantaggi:

  • Sfruttamento di un format testato e dal comprovato successo
  • Esclusiva territoriale
  • Supporto per valutazione e scelta locale
  • Progettazione ed allestimento locale fisico (se presente)
  • Fornitura della merce non deperibile in conto vendita (se prevista vendita di prodotti)
  • Fornitura chiavi in mano di arredi, software, hardware, insegne, ecc.
  • Possibilità di diventare concessionari di alimenti per animali e consegnarli a domicilio (senza location)
  • Possibilità di differenziare la propria attività (vendita di animali, mangimi ed alimenti, accessori, prodotti per la pulizia, giocattoli, ecc)
  • Ampia gamma di servizi / prodotti / format tra cui scegliere
  • Formazione iniziale e corsi di formazione ed aggiornamento continuativi nel tempo
  • Assistenza e consulenza per tutta la durata contrattuale a 360°
  • Piano marketing e supporto promozionale centralizzato
  • Uso di un marchio già conosciuto sul mercato con una solida brand reputation
  • Trasferimento di know-how, esperienze e del sistema gestionale / organizzativo collaudato e semplificato
  • Investimento minimo e riduzione dei costi grazie al potere commerciale del network, alle agevolazioni e semplificazioni di pagamento riservate agli affiliati
  • Alta redditività con margini garantiti
  • Personale necessario minimo
  • Possibilità di operare con negozio fisico, solo online, o solo con servizio a domicilio
  • Riduzione del rischio imprenditoriale
  • Analisi preliminari di fattibilità, inerenti la location, riguardante costi / previsioni di ricavo, ecc.
  • Business plan personalizzato
  • Eventuale supporto per la richiesta di finanziamenti

Gli Svantaggi:

  • Royalty
  • Fee d’ingresso
  • Eventuali altri contributi periodici (pubblicitari, per uso software, ecc)
  • Acquisto merci centralizzato / presso rivenditori autorizzati
  • Poca libertà nella scelta dei prodotti da vendere, del layout da dare al locale, nella strategia di prezzo e promozione, e così via.

Sono numerosi i marchi in franchising che offrono formule esclusive senza fee, royalty, minimi di acquisto e con maggiore libertà gestionale, soprattutto quando si tratta di network in piena fase di espansione che vogliono rendere accessibile il proprio format anche a neo imprenditori meno esperti o con poco budget a disposizione.

 

Cosa Serve:

Locale:

  • Mq minimi del locale: A seconda del marchio scelto e del format. Se presente vendita di prodotti / servizi con locale fisico la metratura minima varia dai 20 ai 50 mq. La maggior parte dei franchising tuttavia, quando si tratta soprattutto di servizi, non richiede location fisica ma solo un VEICOLO COMMERCIALE di piccole dimensioni per effettuare le consegne / i servizi a domicilio.
  • Servizi igienici: Nel caso sia presente una location, 1 solo ad uso interno.

Geolocalizzazione:

  • Bacino di utenza necessario: mediamente bacino d’utenza minimo di 50.000 abitanti. Varia in base alla tipologia di attività ed al network scelto.
  • Location: Quando necessaria, deve essere strategicamente posizionata in zone ad alto traffico, centri densamente abitati, con buona visibilità ed ampio parcheggio.

Skills e requisiti personali:

  • Abilitazioni: sono necessarie specifiche autorizzazioni e passaggi burocratici aggiuntivi nel caso di vendita di animali vivi, di integratori o di farmaci veterinari o nel caso di servizi particolarmente delicati (anche da un punto di vista legislativo) come i servizi funebri.
  • Esperienza pregressa: Non viene richiesta, il franchisor offre una formazione completa.
  • Capacità e altre attitudini: passione ed amore per gli animali, impegno, determinazione, buone doti comunicative, voglia di imparare, attitudine alla vendita ed al contatto con il pubblico.

Pratiche amministrative e burocratiche:

  • Iscrizione al Registro delle Imprese presso la Camera di Commercio
  • Apertura Partita Iva
  • Regolazione posizioni INPS ed INAIL
  • DIA (dichiarazione avvio attività entro 30gg prima l’apertura): sì
  • Autorizzazione: è necessario ottenere la Certificazione Igienico Sanitaria (da richiedere al servizio di medicina veterinaria presso la Asl). Altre autorizzazioni potrebbero venir richieste in base alle normative locali e Regionali e soprattutto in base alla tipologia merceologia / servizi trattati.
  • Altre autorizzazioni: autorizzazione ad esporre l’insegna esterna.

 

 

Torna alla sezione principale con Le idee per avviare un’attività imprenditoriale.

 

Search
Generic filters
Exact matches only
Filter by Custom Post Type