Aprire un negozio di animali in franchising

Aprire un negozio di animali in franchising

Come fare, cosa serve ed i costi per aprire un negozio di animali.

Investimento minimo richiesto: € 5.000
Investimento medio richiesto: € 10.000 – 11.000

Situazione del settore: Il settore degli animali, degli alimenti, accessori ed articoli a loro dedicati, presenta un trend positivo del 70%, con una spesa annua per nutrirli di 128 milioni di euro. Questi dati dimostrano come gli amanti degli animali non badino a spese quando si tratta di prendersi cura del loro cucciolo. Per questo motivo, anche in un momento difficile per l’imprenditoria, il mercato dedicato agli animali continua ad espandersi ed a lasciare spazio per nuove attività e nuovi imprenditori. Le reti in franchising dedicate agli animali sono moltissime, presentano diversi format adatti ad ogni tipologia di esigenza e permettono a chi ama gli animali di trasformare una passione in un business redditizio.

I Vantaggi

  • Esclusiva territoriale
  • Possibilità di diventare concessionari di alimenti per animali e consegnarli a domicilio (senza location)
  • Possibilità di differenziare la propria attività (vendita animali, mangimi ed alimenti, accessori, prodotti per la pulizia, giocattoli)
  • Formazione iniziale e corsi di formazione ed aggiornamento continuativi nel tempo
  • Assistenza e consulenza per tutta la durata contrattuale
  • Piano marketing e supporto promozionale
  • Uso di un marchio già conosciuto sul mercato
  • Trasferimento di know-how e sistema gestionale collaudato
  • Investimento minimo
  • Alta redditività
  • Personale necessario minimo

Gli svantaggi

  • Royalty
  • Fee d’ingresso
  • Acquisto merci centralizzato
  • Poca libertà nella scelta dei prodotti da vendere

Sono numerosi i marchi in franchising che offrono formule esclusive senza fee, royalty, minimo acquisti e con maggiore libertà gestionale.

Cosa Serve

Locale

  • Mq minimi del locale: A seconda del marchio scelto. La maggior parte NON richiede LOCATION ma solo un VEICOLO COMMERCIALE di piccole dimensioni per effettuare le consegne.
  • Servizi igenici: Nel caso sia presente una location, 1 solo ad uso interno.

Geolocalizzazione

  • Bacino di utenza necessario: mediamente bacino d’utenza di 50.000 – 100.000
  • Location: Quando necessaria, in zone ad alto traffico, centri densamente abitati, con buona visibilità ed ampio parcheggio.

Skills e requisiti personali:

  • Abilitazioni: sono necessarie specifiche autorizzazioni e passaggi burocratici aggiuntivi nel caso di vendita di animali vivi o di farmaci veterinari.
  • Esperienza pregressa: Non viene richiesta, il franchisor offre una formazione completa.
  • Capacità e altre attitudini: passione ed amore per gli animali, impegno, determinazione, buone doti comunicative, voglia di imparare, attitudine alla vendita ed al contatto con il pubblico.

Pratiche amministrative e burocratiche

  • Iscrizione al Registro delle Imprese presso la Camera di Commercio
  • Apertura Partita Iva
  • Regolazione posizioni INPS ed INAIL
  • DIA (dichiarazione avvio attività entro 30gg prima l’apertura): sì
  • Autorizzazione: è necessario ottenere la Certificazione Igienico Sanitaria (da richiedere al servizio di medicina veterinaria presso la Asl). Altre autorizzazioni potrebbero venir richieste in base alle normative locali e Regionali e soprattutto in base alla tipologia merceologia trattata (solo alimenti, animali vivi, medicinali, ecc).
  • Altre autorizzazioni: autorizzazione ad esporre l’insegna.

Torna alla sezione principale con Le idee per avviare un’attività imprenditoriale.

Search
Generic filters
Exact matches only
Filter by Custom Post Type