Aprire un Negozio di Animali: Requisiti, Costi e Ricavi

La passione per gli animali e per il loro mondo potrebbe trasformarsi in un business redditizio e di successo. Non solo avviare un’attività imprenditoriale in un settore che piace presenta più probabilità di riuscita, il settore degli animali e dei prodotti e servizi a loro dedicati è in costante espansione e mutamento.

Visita la sezione Aprire Attività per altre guide

Confronta tutti i Franchising nel Settore Animali QUI

aprire-negozio-animali-guida-completa-info

Il settore degli animali è al momento uno dei più redditizi, complice anche la sempre maggiore importanza, soprattutto a livello emotivo, che gli animali domestici ricoprono nella vita dei loro padroni. Aprire un negozio di animali, con alimenti ed accessori a loro dedicati, con vendita di animali e, perché no, magari con qualche servizio aggiuntivo come la tolettatura o il pet sitting potrebbe essere un’idea imprenditoriale davvero remunerativa.

Vediamo quindi insieme cosa serve per aprire un negozio di animali di successo, l’iter ed i requisiti, i costi e le prospettive di ricavi, nonché qualche consiglio utile.

Cosa Serve e Come Avere Successo

Per aprire un negozio di animali di successo bisogna innanzitutto conoscere il mercato, i prodotti venduti, le esigenze degli animali, il proprio target di riferimento e le sue esigenze nonché la concorrenza, con pregi e difetti.

L’amore per gli animali, determinazione, acume finanziario e capacità gestionali ed organizzative saranno poi indispensabili per far fronte alla complicata operazione dell’avvio di un’attività autonoma.

Studiare il mercato e la zona di interesse sarà fondamentale per scegliere quale tipologia di prodotti o servizi aggiuntivi offrire all’interno del proprio negozio, in base alla reale domanda da parte del mercato, nonché nella scelta di un locale strategico e ben posizionato.

Anche la scelta dei fornitori sarà di importanza strategica. Rifornimenti puntali, possibilità di pagamenti dilazionati, prezzi di fornitura competitivi e qualità elevata saranno solo alcuni degli elementi da valutare in fase di scelta.

Infine, non di minore importanza saranno il tenersi costantemente aggiornati sulle novità del settore mediante corsi formativi, conferenze, eventi e fiere, e studiare strategie di marketing e comunicazione efficaci. Un sito web accattivante ed intuitivo, con magari la possibilità di acquisto online e recapito a domicilio degli acquisti, presenza sui social, sui blog e riviste di settore, carte fedeltà con raccolta punti, nonché promozioni ed eventi periodici incrementeranno la vostra clientela e saranno in grado di fidelizzarla.

Iter e Requisiti

Aprire un negozio di animali presenta diverse variabili e possibilità. È difatti possibile aprire un negozio di alimenti ed accessori per animali, un negozio per la vendita di animali o un negozio con fitofarmaci. Ognuna di queste categorie presenta requisiti ed obblighi differenti ed è bene valutare se convenga specializzarsi in un unico prodotto o aprire un negozio per animali completo.

Per aprire un negozio di animali l’imprenditore dovrà possedere i requisiti legali minimi quali maggiore età, assenza di condanne o fallimenti. Tuttavia, non è necessario alcun titolo di studio specifico né viene richiesta esperienza nel settore. Per aprire un negozio di animali di successo si consiglia comunque di apprendere tutte le nozioni in merito al settore degli animali, alle tendenze di mercato, alle esigenze dei consumatori, nonché alla categoria merceologica offerta, oltre a fare un periodo di pratica presso altri esercizi similari.

Bisognerà poi seguire il seguente iter burocratico:

  • Apertura Partita Iva
  • Iscrizione al Registro delle Imprese
  • Comunicazione certificata di Inizio Attività al Comune
  • Apertura posizioni INPS ed INAIL
  • Permesso per esporre l’insegna

Se si opta per la vendita di alimenti, mangimi ed accessori, si dovranno possedere le abilitazioni necessarie quali l’attestato SAB e locali / magazzini a norma per una corretta conservazione.

Inoltre, se si opta anche per la vendita di animali vivi sarà necessario richiedere la specifica autorizzazione sanitaria ai servizi veterinari della Asl competente. Nella richiesta andranno specificati planimetria ed elenco completo degli animali custoditi nel negozio.

Tale richiesta andrà presentata allo SUAP del proprio Comune che la inoltrerà ai servizi veterinari. La conferma arriverà in una trentina di giorni e l’autorizzazione, se pur senza scadenza, richiederà il pagamento di una tassa.

Per vendere fitofarmaci, infine, saranno necessari ulteriori requisiti. Un iter più lungo e costi di avvio più alti verranno comunque ricompensati dalla possibilità di vendere prodotti altamente richiesti e che possono davvero incrementare la redditività del vostro negozio quali antiparassitari e medicinali senza necessità di prescrizione.

Per vendere fitofarmaci sarà necessario ottenere l’abilitazione alla vendita e un attestato che dimostri l’idoneità dei locali per la loro conservazione. La licenza per questa particolare categoria di prodotti andrà rinnovata ogni 10 anni.

Costi, Ricavi e Franchising

Per aprire un negozio di animali il budget di avvio necessario dipenderà in grande parte dalla metratura e dal posizionamento del locale, nonché dalla tipologia di prodotti venduti.

Per un negozio di piccole dimensioni che venda solo alimenti ed accessori potrebbero bastare 30.000 euro di investimento iniziale.

Per aprire un negozio di animali di dimensioni medie che preveda anche la vendita di altri prodotti come i fitofarmaci o per un negozio con vendita di animali vivi, l’investimento iniziale minimo potrebbe aggirarsi sui 60.000 – 70.000 euro.

Il settore degli animali conta oggi un mercato di riferimento con oltre 60.000 animali ed un fatturato di 2 miliardi di euro, destinato ancora a crescere in futuro.

Esiste inoltre una soluzione che semplifica di molto la vita agli aspiranti imprenditori, soprattutto se inesperti del settore degli animali. Aprire un negozio di animali in franchising consente di usufruire di un marchio noto, del knowhow e dell’esperienza di un’azienda consolidata nonché di format gestionale ed organizzativo semplificati e dal comprovato successo.

La riduzione del rischio d’impresa, unito a servizi di formazione, assistenza ed affiancamento costante, nonché grazie a forniture di arredi, software, macchinari e prodotti con condizioni agevolate, permette di aprire un negozio di animali in franchising di successo con un investimento minimo a partire da 20.000 euro circa.

Tutti i migliori Negozi di Animali in Franchising li trovi qui.