Aprire un negozio di caffè in franchising

Requisiti, costi, iter e cosa serve per avviare un’attività di vendita caffè in capsule, cialde e sfuso.

Investimento minimo richiesto: €10.000 .
Investimento medio richiesto: €20.000 / €30.000 .

aprire-un-negozio-di-caffe-franchising

Situazione del settore: il boom c’è stato nel 2014 ma la domanda dei prodotti da parte del pubblico regge e i nuovi negozi che aprono ottengono un buon successo. Questo perchè vanno a colmare un richiesta crescente da parte di nuovi clienti che dalla vecchia moka passano alle macchine a capsule, oppure che pur mantenendo l’uso della moka diventano più esigenti in fatto di gusto e preferiscono affidare in propri acquisti ad un negozio specializzato dove sono sicuri di trovare un prodotto di qualità e magari di scoprire qualche nuovo aroma.

I Pro

  • Studio fattibilità (solo alcuni marchi)
  • Ampia scelta di prodotti compatibili e delle marche famose (Lavazza, Nespresso ecc)
  • Scontistica vantaggiosa sui prezzi di acquisto
  • Progettazione e Arredamento
  • Formazione commerciale e marketing
  • Esclusiva di zona
  • investimento modulabile (negozio chiavi in mano oppure ingresso nella rete per usufruire del brand, dei prodotti e del’assistenza)

Visiona i marchi del settore Caffè in franchising cliccando qui


Cosa Serve

Locale

  • Mq minimi del locale: 30 mq
  • Mq locale medio: 40/50mq
  • Servizi igenici: uno, solo ad uso interno.

aprire-franchising-capsule-caffe

Geolocalizzazione

  • Bacino di utenza necessario: almeno 10.000 abitanti
  • Location: centri abitati e zone dove le persone residenti fanno acquisti.

Skills e requisiti personali:

  • Abilitazioni: idoneità al commercio alimentare ottenibile con apposito corso da frequentare presso enti provinciali o regionali. Il corso è facoltativo se si possiede già abilitazione SAAB (ex REC) o se si ha lavorato per almeno due anni negli ultimi cinque nel settore alimentari/ristorativo.
  • Esperienza pregressa: non richiesta
  • Capacità e altre attitudini: consigliate buone capacità relazionali con i clienti.

Pratiche amministrative e burocratiche

  • Licenza: nessuna, sufficiente Comunicazione Unica.
  • DIA (dichiarazione avvio attività entro 30gg prima l’apertura): si
  • Autorizzazione sanitaria: si, tacita (solitamente non è necessario sopralluogo dell’ASL, ma bisogna rispettarne le linee guida)
  • Altre autorizzazioni: autorizzazione all’esposizione insegna.

Marchi NEGOZI DI CAFFE’ in franchising:

Per visionare tutti i marchi del settore Caffè franchising clicca qui

Torna alla sezione principale con Tutte le idee per aprire un’attività imprenditoriale