Aprire un negozio di Calzature in Franchising

Aprire un negozio di Calzature in Franchising

Aprire un negozio di scarpe e calzature in franchising è ancora conveniente oppure si tratta di un settore non più proficuo? Scoprilo in questa guida. Analizzeremo lo stato del settore, le tendenze del momento, nonché iter, requisiti, costi e vantaggi dell’aprire un negozio di calzature in franchising.

 

Visiona QUI i migliori marchi in Franchising di Scarpe

Il mercato:

Le calzature italiane, soprattutto se appartengono a brand in voga ed alla moda o vengono realizzate con processi artigianali, sono un simbolo di eccellenza in tutto il mondo. Anche per gli italiani, che difficilmente rinunciando difficilmente al fattore qualità nel processo di scelta della calzatura da acquistare, le scarpe italiane hanno un fascino intramontabile.

Il mercato della vendita al dettaglio odierno, compreso quello relativo al settore delle scarpe e delle calzature, ha fortemente risentito della crisi economica in atto e della flessione dei consumi dovute in grande parte anche alla pandemia ed alle restrizioni attuate per contenere i contagi.

Aprire un negozio di scarpe e calzature può tuttavia ancora rivelarsi un’attività redditizia, a patto di saper intercettare in maniera efficace le tendenze del mercato ed i reali bisogni del proprio target, realizzando un business accattivante e capace di differenziarsi dalla concorrenza.

L’iter di avvio risulta relativamente semplice e vi è la possibilità di personalizzare ed aggiornare costantemente la gamma di prodotti in base alla domanda locale ed alle tendenze del momento mantenendo l’attività sempre dinamica.

Tuttavia, aprire un negozio di scarpe in autonomia presenta diverse difficoltà. Prima fra tutte la fase di pianificazione. A partire dalla scelta del locale, passando per la gamma di prodotti da offrire e per l’analisi del mercato, nulla può essere lasciato al caso se si vuole aprire un negozio di scarpe di successo.

Inoltre, altro fattore non trascurabile per arrivare al successo è quello della scelta dei giusti fornitori. Questi dovranno essere capaci di offrire non solo prodotti di qualità a prezzi vantaggiosi ma anche puntualità nelle consegne e servizi post vendita vantaggiosi.

Infine, aprendo un negozio di scarpe in autonomia sarà necessario un impiego notevole di risorse economiche e di tempo per far conoscere il nuovo business sul mercato nonché consolidare la propria brand reputation.

Aprire un negozio di calzature in autonomia significa dunque partire da zero, con un brand che ancora nessuno conosce e con tutte le incombenze della pianificazione, dell’avvio e della gestione di una nuova attività da gestire da soli. Questo rende indispensabili per il nuovo imprenditore le conoscenze necessarie per effettuare strategie di marketing e comunicazione efficaci ed accattivanti, anche sui social, strategie di prezzo e di promozione efficienti nonché capacità di visual merchandising e di vendita.

 

Prendi spunto dai migliori Franchising di Calzature

Perché scegliere un franchising consolidato?

Aprire un negozio di scarpe e calzature in franchising può agevolare l’avvio del negozio a tutti quegli imprenditori inesperti del settore e che ritengono troppo complicato l’iter di avvio oppure troppo dispendiosi i costi iniziali.

Tutte le difficoltà sopra esposte vengono infatti notevolmente mitigate se si sceglie di affiliarsi ad un network di calzature in franchising grazie all’esperienza ed al know-how da questo acquisiti.

I principali vantaggi dell’aprire un negozio di scarpe in franchising:

  • marchio già conosciuto e consolidato
  • format sperimentato e dal comprovato successo
  • clientela già affezionata al brand e maggiore tasso di fidelizzazione
  • trasferimento di esperienze pluriennali, know-how e modalità gestionali organizzative semplificate e testate
  • formazione a 360°, aggiornamento, assistenza, affiancamento costante
  • supporto e monitoraggio sull’andamento dell’attività per raggiungere gli obbiettivi sperati
  • condizioni vantaggiose riservate, come ad esempio la merce in conto vendita, ritiro delle rimanenze, agevolazioni di pagamento o comodato d’uso gratuito per software ed arredi
  • condizioni economiche particolarmente vantaggiose grazie al potere commerciale del network
  • spesso la casa madre è diretta produttrice delle calzature offerte, permettendo le migliori condizioni di fornitura possibili, o possiede accordi maturi con fornitori convenzionati
  • format chiavi in mano comprensivo di progettazione, allestimento e forniture (arredi, software ed hardware, merce, espositori, insegne, divise, materiale promozionale e di comunicazione, ecc)
  • riduzione dei costi di avvio nonché del rischio imprenditoriale
  • margini di guadagno elevati, sempre costanti e garantiti anche durante i saldi
  • prodotti sempre di tendenza, spesso con riassortimenti mensili o settimanali
  • costanti investimenti della casa madre in ricerca e sviluppo per rispondere sempre prontamente ai nuovi trend ed alle richieste del mercato
  • prezzi alla clientela sempre vantaggiosi grazie agli accordi di fornitura con la casa madre, la quale è spesso diretta produttrice delle calzature ed offre quindi i migliori prezzi di fornitura sul mercato
  • possibilità di vendere anche online tramite un sito e-commerce / APP personalizzati o tramite quelli istituzionali
  • campagne di comunicazione e marketing centralizzate a livello nazionale / internazionale
  • supporto per marketing locale e per comunicazioni social / digital marketing
  • varietà di format tra cui scegliere (negozio fisico, negozio fisico + online, solo e-commerce, corner)

Iter e Costi

Con il supporto del marchio franchising scelto (che spesso mette a disposizione degli affiliati i propri commerciali e legali), per aprire un negozio di scarpe e calzature sarà necessario adempiere al seguente iter burocratico:

  • apertura Partita Iva
  • iscrizione al Registro delle Imprese (Camera di Commercio)
  • comunicazione di Inizio Attività (al Comune, almeno 30 giorni prima dell’apertura al pubblico)
  • permesso per Esporre l’Insegna esterna
  • pagamento diritti SIAE
  • apertura posizioni INPS ed INAIL
  • messa a norma del locale e degli impianti

L’investimento minimo richiesto per aprire un negozio di scarpe in franchising è di 15.000 / 25.000 euro. La cifra richiesta è da considerarsi spesso “chiavi in mano” e varia in base ai servizi offerti all’affiliato nonché alla notorietà del marchio, alla tipologia del format, alla dimensione del locale ed alla gamma di prodotti offerti.

Quando viene offerta la merce in conto vendita, possono essere richieste fidejussioni bancarie o altre garanzie per la merce.

Aprire un negozio di calzature in franchising può richiedere un investimento iniziale anche oltre i 50.000 euro, soprattutto per negozi di dimensioni medie-grandi e con prodotti complementari quali accessori, borse e pelletteria, o quando ci si affilia a brand internazionali molto noti e con servizi e condizioni particolarmente competitive.

Investimenti più contenuti possono essere previsti per negozi di scarpe e calzature in franchising senza sede fisica, con vendita unicamente online.

Inutile dire che se si decide di aprire un negozio di calzature in totale autonomia l’investimento minimo sarà superiore e plausibilmente partirà da circa 50.000 euro.

 

QUI trovi i migliori Franchising di Calzature

 

Search
Generic filters
Exact matches only
Filter by Custom Post Type