Aprire un negozio di prodotti tipici in franchising

Aprire un negozio di prodotti tipici in franchising

Requisiti, costi, iter, cosa serve ed i vantaggi di aprire un negozio di prodotti tipici in franchising oggi.

Investimento minimo richiesto: € 10.000

Investimento medio richiesto: € 25.000 / 30.000

 

Scopri le migliori reti in franchising di Prodotti Tipici

Situazione del settore:

Aprire un negozio di prodotti tipici può rivelarsi, nel mercato attuale, ancora molto proficuo. La ragione è prima di tutto un’ampia possibilità di personalizzazione nei prodotti da vendere: alimentari tipici di alcune regioni/località italiane o estere, prodotti cosmetici artigianali / consapevoli / biologici, prodotti di erboristeria e fitoterapici, prodotti biologici e sostenibili, infusi, caffè, tisane, prodotti alimentari (e non solo) artigianali, prodotti locali, e moltissimi altri ancora.

Inoltre, il settore alimentare, ed in particolar modo riguardante i negozi di prossimità ed i negozi di prodotti tipici locali, ha continuato a crescere negli ultimi anni, rivelandosi un mercato stabile in cui investire anche in periodi di criticità o crisi. Anche nel periodo pandemico, e durante tutta l’emergenza sanitaria, il settore dei negozi alimentari tipici è tra quelli che ha meglio resistito alla situazione di instabilità. Alcune tipologie di negozi di prodotti tipici hanno inoltre visto incrementare le proprie vendite (nei negozi fisici ma anche, e soprattutto, online) a causa della chiusura di molte attività tradizionali su strada. Un esempio è l’incremento delle vendite per quanto riguarda il settore del caffè (sfuso, macinato, in capsule e cialde) e dei relativi accessori e macchine, in risposta alla chiusura di bar e locali ristorativi in genere.

Aprire un negozio di prodotti tipici (che si tratti di semplice negozio o di un format ristorativo specializzato, o ancora di un negozio presente unicamente online con delivery a livello locale o e-commerce a livello nazionale ed internazionale) significa entrare in un settore di nicchia dove la concorrenza, a patto di scegliere in modo strategico la location, sarà inevitabilmente più bassa rispetto ad altri ambiti. Se ben posizionato, con accurate ricerche di mercato su concorrenza, domanda e target, e se i prodotti offerti sono di alta qualità con un buon rapporto qualità-prezzo, un negozio di prodotti tipici può avere ancora oggi un ampio successo e garantire l’avvio di un business dinamico e redditizio.

 

Prendi spunto dalle migliori reti in franchising di Prodotti Tipici

I vantaggi:

  • Supporto nella scelta e valutazione della location
  • Supporto per disbrigo pratiche burocratiche / amministrative / commerciali
  • Assistenza e consulenza complete e continuative
  • Formazione iniziale e corsi di aggiornamento / meeting periodici
  • Progettazione ed allestimento del negozio “chiavi in mano”
  • Fornitura completa di attrezzature, arredamento, hardware, software, prodotti destinati alla vendita, merchandising e materiale promozionale
  • Supporto per campagne di marketing e pubblicità a livello nazionale
  • Esclusiva di zona
  • Utilizzo di un brand noto ed esperto
  • Trasferimento del know how e delle modalità operative / gestionali semplificate e collaudate
  • Sfruttamento di un brand noto e riconosciuto
  • Riduzione del rischio imprenditoriale
  • Riduzione dei costi di avvio e gestione
  • Prodotti tipici accuratamente selezionati dalla casa madre che garantisce dunque la loro qualità (a volte la casa madre è anche diretta produttrice)
  • Accesso al potere commerciale del network
  • Accesso ad agevolazioni, promozioni, finanziamenti e scontistiche riservate agli affiliati dalla casa madre e dai partener di quest’ultima

Gli svantaggi:

A meno che non si tratti di concessione di vendita, format che non prevede royalties e canoni periodici, aprire un negozio di prodotti tipici in franchising comporterà:

  • Fee d’ingresso alla rete
  • Royalty mensili (fisse o in percentuale sul fatturato)
  • Eventuali altri canoni periodici (es. per pubblicità o uso software)
  • Vincolo ad acquistare i prodotti presso la casa madre o i fornitori convenzionati
  • Possibilità che siano previsti minimi d’ordine
  • Poca flessibilità nella scelta di layout, arredi, comunicazione, promozioni e strategie di prezzo
  • Può essere richiesta una garanzia per la merce
  • Vincolo al rispetto degli standard minimi richiesti dalla casa madre

 

Visiona i marchi del settore: negozi prodotti tipici in franchising

Cosa Serve:

Locale:

  • Mq minimi del locale: 15 – 25 mq (a meno che non si tratti di un negozio online)
  • Mq locale medio:  70 – 80 mq
  • Servizi igienici: uno, solo ad uso interno, e spogliatoio annesso per il personale. Nel caso si effettui somministrazione di alimenti/bevande saranno necessari i servizi igienici anche ad uso dei clienti.

Geolocalizzazione:

  • Bacino di utenza necessario: 10.000 – 20.000 abitanti.
  • Location: zone ad alto afflusso pedonale/veicolare, centro storico, centri commerciali, vie di interesse commerciale e/o turistico.

Skills e requisiti personali:

  • Abilitazioni: nel caso in cui si vendano alimenti sarà necessario essere abilitati in tal senso (corso SAB o titolo equipollente), eventuali altre abilitazioni in base alla tipologia merceologica trattata (comunicazione all’Agenzia delle Dogane per la vendita di alcolici, ecc).
  • Esperienza pregressa: Generalmente non richiesta e non necessaria. Sono preferenziali esperienza nel settore commerciale e di vendita.
  • Capacità e altre attitudini: ottime capacità relazionali, buona dialettica, propensione alla vendita ed al contatto con il pubblico, impegno e determinazione, spirito imprenditoriale e capacità gestionali/organizzative.

Pratiche amministrative e burocratiche:

  • Iscrizione al Registro delle Imprese
  • Apertura Partita Iva
  • Regolazione posizioni INPS ed INAIL
  • DIA (dichiarazione avvio attività entro 30gg prima l’apertura): sì
  • Autorizzazione locali: è necessario rispettare le norme su igiene, sicurezza ed agibilità ed ottenere il nulla osta da parte dell’Asl.
  • Altre autorizzazioni: autorizzazione ad esporre l’insegna, eventuali altre autorizzazioni in base alla categoria merceologica trattata (soprattutto nel caso di alimenti, bevande o alcolici).

 

Visionare tutti i marchi del settore: Franchising Negozi di Prodotti Tpici

Torna alla sezione principale: Tutte le idee e le guide per avviare un’attività

 

Search
Generic filters
Exact matches only
Filter by Custom Post Type