Aprire un’osteria wine bar in franchising

Requisiti, costi, cosa serve, come fare e se conviene.

Investimento minimo richiesto: € 10.000
Investimento medio richiesto: € 50.000

Situazione del settore: Un’osteria, così come un wine bar, è un locale dove si servono prevalentemente vini, sfusi o in bottiglia, birre e liquori accompagnati da degustazioni di salumi, formaggi, piadine, fritti e piatti tipici. Le osterie ed i wine bar riscuotono ancora grande successo in Italia in quanto sono luoghi informali e di incontro in cui si possono gustare prodotti tipici ed artigianali di alta qualità a prezzi molto competitivi.

aprire-un-osteria-wine-bar-in-franchising

Vantaggi offerti dal franchisor

  • Formazione completa dell’imprenditore e del personale per la gestione del locale
  • Progettazione ed allestimento del locale
  • Supporto nella scelta e nelle ricerca della location
  • Fornitura di attrezzature, arredamento e materie prime e prodotti
  • Disbrigo pratiche burocratiche
  • Creazione di un menù ad hoc
  • Supportoassistenza e consulenza pre-apertura e continuativa nel tempo
  • Campagne marketing e supporto pubblicitario
  • Esclusiva di zona

Svantaggi della scelta franchising

  • Fee d’ingresso
  • Royalty (non sempre)
  • A volte il franchisor pone agli affiliati un vincono di esclusività sugli acquisti.

Visiona i marchi del settore osterie e wine bar in franchising cliccando qui.

Cosa Serve

Locale

  • Mq minimi del locale: 50 – 60 mq
  • Mq locale medio: 100 mq
  • Servizi igenici: 2. Uno ad uso del personale e uno ad uso dei clienti (con divisione per sesso ed accesso adeguato per disabili).
  • Canna fumaria: spesso è necessaria.
  • Altri requisiti: Idoneità igienico – sanitaria e di agibilità (autorizzazione Asl) ed autorizzazione comunale. Allacciamento reti, trattamento rifiuti.

Geolocalizzazione

  • Bacino di utenza necessario: minimi 15.000 abitanti o più, a seconda del franchisor.
  • Caratteristiche della zona adatta: centro storico o vie adiacenti, zone di forte passaggio e con buona visibilità, prossimità a luoghi di interesse ed altri locali, con parcheggio nelle vicinanze e di facile raggiungimento.

Skills e requisiti personali:

  • Abilitazioni: Necessaria l’abilitazione per somministrazione di alimenti e bevande (corso SAB o titolo equipollente). Autorizzazione alla somministrazione e vendita di bevande alcoliche. Corso HACCP.
  • Altri requisiti personali: maggiore età ed idoneità legale.
  • Esperienze lavorative: Non sono necessarie esperienze pregresse, la formazione viene offerta dal franchisor.
  • Capacità e altre attitudini: Predisposizione a lavorare a contatto con il pubblico, spirito imprenditoriale, capacità gestionali ed organizzative, forte motivazione e passione per il settore in cui si opera, conoscenza dei prodotti offerti.

Pratiche amministrative e burocratiche

  • DIA (dichiarazione avvio attività entro 30gg prima l’apertura): sì
  • Iscrizione al Registro delle Imprese
  • Apertura Partita Iva
  • Regolazione posizioni INPS ed INAIL
  • Autorizzazione sanitaria: Necessaria da parte dell’ASL.
  • Altre autorizzazioni: Autorizzazione Comunale, comunicazione all’agenzia delle dogane (per vendita di alcolici), autorizzazione per l’esposizione dell’insegna, HACCP, SAB, eventuale pagamento dei diritti SIAE per diffusione di musica.

Marchi di osterie e wine bar in franchising:

Per visionare tutti i marchi del settore franchising osterie e wine bar clicca qui.

Torna alla sezione principale con Tutte le idee per avviare un’attività imprenditoriale in franchising e non.