Aprire un Parco Giochi per bambini

Aprire un Parco Giochi per bambini

Per tutti gli aspiranti imprenditori, che sono anche degli eterni bambini, esiste un’opportunità di business ad hoc, potenzialmente molto redditizia ed altamente richiesta dal mercato.

Aprire un parco giochi per bambini, entrando così nel settore dell’intrattenimento per bambini, è un’attività che se pur impegnativa è in grado di regalare enormi soddisfazioni, sia personali che economiche.

Trova maggiori Spunti Imprenditoriali QUI

Per vedere i migliori Parchi Giochi per Bambini in Franchising clicca qui.

Il settore

Se amate i bambini e volete dar vita ad un’attività imprenditoriale creativa e divertente aprire un parco giochi per bambini può essere una scelta vincente. Così come altre attività dello stesso settore, che hanno ad oggetto l’intrattenimento o l’educazione dei bambini, anche i parchi giochi sono attività che vanno incontro alle reali esigenze dei genitori moderni.

Ritmi di vita e di lavoro frenetici, che coinvolgono nella maggior parte dei casi entrambi i genitori, nonché famiglie sempre più ristrette, rendono sempre più necessarie le attività dedicate ai bambini. Che si tratti di attività educative o puramente ludiche, il settore pubblico è incapace di far fronte ad una richiesta tanto elevata da parte del mercato. Entrare quindi in questo settore può essere un investimento molto redditizio per tutti gli aspiranti imprenditori.

Come avere successo

Aprire un parco giochi per bambini significa offrire un servizio prettamente ludico e non educativo, per questa ragione non richiede particolari titoli di studio o requisiti personali.

Tuttavia, per aprire un parco giochi di successo sarà fondamentale che sia l’imprenditore che i collaboratori assunti abbiamo conoscenze almeno di base per quel che riguarda i bambini e l’educazione, ancora meglio se in possesso di specifici titoli di studio abilitanti. I genitori sono infatti molto selettivi, prediligendo, anche a fronte di costi maggiori, parchi giochi professionali ed in grado di garantire ai bambini una sicurezza totale. La qualità del servizio, unita a prezzi concorrenziali, saranno capaci di fidelizzare la clientela.

Se pur aprire un parco giochi per bambini sia un’attività divertente, dinamica e creativa, richiede un enorme impegno fisico e mentale. Pianificare l’attività in ogni minimo dettaglio, analizzare costi e previsioni di ricavi, redigere un business plan, analizzare il mercato e la concorrenza nonché i bisogni del proprio target di riferimento, saranno step imprescindibili per poter aprire un parco giochi di successo.

Infine, non bisogna dimenticare la promozione. Anche quando si apre un parco giochi per bambini sarà importante promuovere l’attività adeguatamente, sia online (sito web, presenza sui social e sui blog di settore) sia offline (volantini, pubblicità in scuole ed asili, presso gli uffici con elevata concentrazione di genitori, ecc).

Iter e Requisiti

Aprire un parco giochi per bambini richiederà il seguente iter burocratico:

  • Apertura P.I.
  • Iscrizione al Registro delle Imprese
  • Comunicazione di inizio attività
  • Regolazione posizioni INPS ed INAIL
  • Permesso per esporre l’insegna
  • Stipula delle necessarie assicurazioni (infortuni e responsabilità civile) per ospiti e personale

Inoltre, proprio perché gli ospiti sono bambini, il parco giochi dovrà rispettare i seguenti parametri:

  • Ottenimento dell’autorizzazione del Comune o della licenza in caso vi siano anche giochi gonfiabili
  • Locali a norma in materia igienico-sanitaria, di accessibilità e sicurezza
  • Rispetto delle normative antincendio
  • Accessi e locali adeguati per carrozzine e sedie a rotelle
  • Giochi ed attrezzature certificati ed a norma
  • Impianti e struttura a norma
  • Pavimenti antiscivolo ed ignifughi
  • Metratura del locale adeguata in base al numero di ospiti
  • Numero adeguato di servizi igienici sia per personale che per clienti

Costi ed investimento iniziale

Aprire un parco giochi per bambini può presentare costi differenti in base alla metratura del locale, alla localizzazione, alla tipologia di giochi ed attrezzature installate, al numero di personale addetto, nonché alle capacità dell’imprenditore nel trovare i giusti fornitori.

Se si decide di partire in piccolo, con giochi ed attrezzature basilari ed un locale di dimensioni medie – piccole, aprire un parco giochi per bambini può richiede un investimento minimo di circa 40.000 – 50.000 euro.

  • Almeno 20000 euro saranno destinati alle attrezzature ed ai giochi
  • Altri 10000 euro saranno investiti in arredi, software ed hardware di gestione, cassa, insegna ed allestimento.
  • Altri 10000 euro saranno destinati alla messa a norma del locale e degli impianti.
  • Altri 10000 euro saranno destinati ai primi stipendi del personale, agli adempimenti burocratici, alle campagne marketing ed all’inaugurazione.

Confronta tutti i Franchising nel Settore Bambini QUI.

Search
Generic filters
Exact matches only
Filter by Custom Post Type