Aprire un sexy shop: guida completa

Aprire un sexy shop: guida completa

I sexy shop hanno vissuto negli ultimi 20 anni in Italia un incremento capillare, a partire dalle grandi città culturalmente più aperte, sino ad arrivare anche ai piccoli centri abitativi.

Sono molti gli imprenditori che hanno deciso di puntare su questo settore ed aprire un sexy shop. I motivi sono semplici: la potenziale clientela è infinita, l’investimento iniziale necessario è solitamente contenuto e si possono scegliere diversi format a seconda delle proprie possibilità sia in termini di tempo che di budget.

Un sexy shop è un locale ad oggi non più considerato “scandaloso” o “volgare” bensì è un’attività commerciale come un’altra che presenta notevoli vantaggi, soprattutto in termini economici.

Clicca qui per visualizzare i migliori marchi di sexy shop in franchising.

Visiona qui tutte le idee per avviare un’attività imprenditoriale.

Quale formula scegliere

Per aprire un sexy shop ci sono ad oggi diverse soluzioni, tutte molto valide.

  1. La prima riguarda l’apertura del classico negozio fisico. Questa soluzione comporterà maggiori costi generati dalla location ma il servizio offerto dal personale potrebbe fare la differenza per il successo dell’attività.
  2. La seconda soluzione è quella di aprire un sexy shop online. Senza un negozio fisico, i costi per l’apertura di un sexy shop sono davvero esigui, soprattutto se si utilizza il sistema dropshipping per la merce invece di un magazzino proprio. È bene ricordare che nell’era attuale, anche al classico negozio fisico è fondamentale affiancare un sito e-commerce.
  3. Altra soluzione riguarda la distribuzione automatica. I distributori automatici hanno un costo molto contenuto e sono in grado di far guadagnare l’imprenditore ogni giorno dell’anno, 24 ore su 24, con un impegno lavorativo effettivo di poche ore settimanali e senza necessità di personale aggiuntivo.
  4. Ultima soluzione riguarda infine il franchising. Sul mercato italiano sono già svariate le proposte in franchising che permettono di aprire un sexy shop con diversi format e soluzioni pensate per ogni esigenza. L’investimento iniziale richiesto è solitamente molto contenuto (a partire da meno di 1.000 €) a fronte del quale vengono offerti formazione, assistenza, consulenza, il know how ed i metodi operativi nonché la fornitura di tutto il necessario per svolgere l’attività (attrezzature, hardware, software, sito web, merce, ecc).

Come avviare un sexy shop di successo

Nonostante una maggiore apertura mentale però i sexy shop sono ancora considerati un tabù da molti italiani. Per avviare un sexy shop di successo, ed assicurarsi sufficiente clientela, bisogna quindi fare attenzione a diversi particolari che determineranno la riuscita o meno del vostro progetto imprenditoriale.

Per aprire un sexy shop di successo bisogna innanzitutto fare attenzione al cliente ed alle sue necessità. Bisogna offrire quindi un ambiente che rispetti la sua privacy e lo faccia sentire a proprio agio. Per questa ragione una location discreta è fondamentale. È importante che l’insegna sia visibile ed il locale facilmente raggiungibile con possibilità di parcheggio, è altrettanto importante però che l’ingresso non sia troppo in vista in modo da garantire ai clienti la riservatezza. Infine, è bene posizionare un cartello informativo del fatto che la merce è destinata ad un pubblico adulto e maggiorenne.

Altro aspetto a cui fare attenzione è l’allestimento del negozio e la merce proposta. La vetrina dovrà essere accattivante ma discreta, senza materiale classificato come pornografico. Il negozio dovrà essere pulito, organizzato ed allestito in modo da mettere in evidenza la merce suddivisa per categoria. La professionalità rispecchiata dal locale farà la differenza sia sul tipo di clientela che frequenterà il vostro sexy shop sia sul tasso di gradimento.

Quando si parla di articoli come sex toys ed affini, il cliente cerca la massima qualità e la completa sicurezza dei dispositivi e dei materiali di cui sono fatti. Per questa ragione è fondamentale scegliere articoli di elevata qualità e sicuri. Inoltre è importante fornire una gamma di prodotti varia e sufficiente a soddisfare ogni tipologia di esigenza. Dai giocattoli ai materiali audiovisivi, dall’abbigliamento agli articoli per la pulizia e l’igiene, il cliente sarà invogliato a tornare se la merce proposta è sufficientemente varia.

Aspetto fondamentale per il successo di un sexy shop è il servizio offerto. Il personale dovrà essere cordiale, disponibile, professionale e soprattutto molto riservato ma anche adeguatamente informato su tutti gli articoli presenti in negozio e sulle loro caratteristiche.

L’iter burocratico

Per aprire un sexy shop, l’iter burocratico da seguire non è diverso rispetto ad altre attività commerciali.

Una volta trovato la location ideale (nel caso di negozio fisico), aver effettuato opportune ricerche di mercato ed aver pianificato l’attività tramite un business plan, dovrete:

  • Aprire una Partita Iva
  • Iscrivervi al Registro delle Imprese
  • Dare comunicazione di inizio attività al Comune
  • Aprire le posizioni INPS ed INAIL
  • Assicurarvi che il locale rispetti le normative inerenti igiene, sicurezza ed agibilità
  • Richiedere il permesso per esporre l’insegna

Anche per attività online, tolti i requisiti inerenti alla location, gli adempimenti burocratici saranno i medesimi.

Ultimi accorgimenti ed i costi

Sarà poi fondamentale studiare un piano di marketing online e offline efficace e con l’uso di diversi strumenti. Oltre all’inaugurazione ed alle offerte periodiche, sarà importante utilizzare gli strumenti che il web offre non solo per pubblicizzare l’attività ma anche per ampliarla. Avere un sito web con catalogo degli articoli proposti ed i relativi prezzi e con la possibilità di effettuare anche acquisti online potrebbe incrementare di molto il vostro business.

A fidelizzare la clientela e favorire il passaparola saranno poi la qualità e la varietà della merce proposta e la discrezione e professionalità del servizio.

Altro accorgimento per fidelizzare i clienti potrebbe essere la creazione di una fidelity card con raccolta punti e premi o sconti dedicati.

Per aprire un sexy shop l’investimento iniziale può variare molto in base alla tipologia di attività, alla location, alla merce proposta, alla presenza o meno di un locale fisico ed alle sue dimensioni.

Generalmente per aprire un sexy shop con sede fisica sarà necessario un investimento iniziale di circa 25.000 – 30.000 €.

L’investimento è molto minore nel caso di sexy shop online, distributore automatico o affiliazione ad un sexy shop in franchising.

Scopri i migliori marchi di sexy shop in franchising qui.

Search
Generic filters
Exact matches only
Filter by Custom Post Type