Aprire un Take Away in Franchising

Aprire un Take Away in Franchising

Il take away è una formula ristorativa altamente vantaggiosa, da diversi punti di vista, sia in termini di costi, che di operatività, margini di guadagno ed organizzazione. Aprire un take away, con un prodotto di qualità e distinguendosi dalla concorrenza, risulta ad oggi una scommessa vincente per avviare un’attività nel mondo della ristorazione o del “food & beverage” in maniera più snella e semplificata.

QUI trovi tutti i migliori Take Away in Franchising

Perché conviene aprirne uno e come avere successo

Il take away riscuote enorme successo sia tra i consumatori che tra gli imprenditori. Da un lato il consumatore, con ritmi di vita sempre più frenetici, apprezza la comodità di ritirare o ricevere a domicilio pasti già pronti a prezzi contenuti, mentre dall’altro l’imprenditore riesce ad avviare un’attività nel settore ristorativo con notevole risparmio di spesa, con adempimenti burocratici più snelli e soprattutto con la possibilità di ottenere ricarichi più elevati rispetto ad un ristorante tradizionale.

Il take away inoltre si presta, ancora più di un ristorante tradizionale, al servizio di consegna a domicilio. Che la si voglia gestire in autonomia, in questo caso è necessario munirsi però di personale, di veicoli e contenitori adatti al trasporto con isolamento termico, oppure ci si voglia rivolgere a realtà specializzate, come ad esempio il noto Just Eat e tutte le APP similari esistenti, il fatturato del vostro take away aumenterà notevolmente grazie alla comodità del servizio nonché al largo e sempre maggiore utilizzo che i consumatori ne fanno.

Per riuscire ad aprire un take away di successo, tuttavia, è fondamentale sapersi distinguere dall’elevata concorrenza già presente sul mercato, offrendo un prodotto di elevata qualità ed a prezzi contenuti, ancora meglio se originale o creativo.

Perché scegliere il franchising ed i vantaggi

Se creare un format originale, innovativo, accattivante e mantenere al contempo un buon rapporto qualità – prezzo non è semplice in autonomia, lo è di più se si decide di aprire un take away in franchising.

Ad oggi esistono numerose reti franchising in ambito ristorativo che propongono anche la sola formula take away / laboratorio ed è possibile quindi scegliere l’attività che meglio si adatta alle proprie capacità, esperienze, aspirazioni e budget, scegliendo tra innumerevoli cucine e specializzazioni quali caffetterie, pasticcerie, gelaterie, bistrot, prodotti tipici e locali, pasta fresca o spaghetti, pizza, panini, pietanze etniche, kebab, sushi, pietanze salutari a base di frutta e verdura, succhi e frullati, cioccolateria, fritti, bevande alcoliche e non, rosticceria ed anche piatti più innovativi, in Italia, come bubble drink e bubble tea, frappuccini, pokè bowl, ecc.

Tra i vantaggi offerti agli affiliati ad un take away in franchising troviamo:

  • format chiavi in mano, comprensivo di attrezzature, arredi ove necessari, software, insegne, materiale di consumo, materie prime, materiale promozionale, packaging per il trasporto e l’asporto, divise, ecc.
  • formazione a 360°, sia teorica che pratica, con corsi di aggiornamento costanti
  • utilizzo di un marchio noto e della visibilità nazionale grazie alle campagne di marketing centralizzate
  • accesso a prezzi di fornitura riservati ed agevolati grazie al potere commerciale della rete
  • trasferimento di esperienze, know-how, modalità gestionali, operative ed organizzative
  • utilizzo di un format, menù e prodotti collaudati e testati, di sicuro successo sul mercato
  • assistenza, consulenza, affiancamento e supporto continuativi
  • riduzione del rischio d’impresa

Quanto costa

Per un format chiavi in mano, aprire un take away in franchising richiede un investimento iniziale minimo a partire da 10.000 euro. L’investimento può aumentare sensibilmente in base alla tipologia di menù, di format, alla dimensione del locale nonché ai servizi offerti all’affiliato ed alla notorietà del marchio franchising scelto.

L’iter ed i requisiti burocratici

L’iter burocratico, con il supporto della casa madre, da seguire per aprire un take away in franchising è il seguente:

  • apertura Partita Iva
  • iscrizione al Registro delle Imprese (attività artigianale)
  • dichiarazione di inizio attività
  • apertura posizioni INPS ed INAIL
  • attestati SAB ed HACCP
  • messa a norma del laboratorio / cucina secondo le normative igienico-sanitarie (nulla osta sanitario Asl), di sicurezza, agibilità e urbanistica
  • scelta di un locale con corretta destinazione di produzione artigianale e vendita
  • messa a norma degli impianti

Apri il tuo Locale Take Away in Franchising, QUI le migliori proposte.

Search
Generic filters
Exact matches only
Filter by Custom Post Type