Aprire un’attività a costo zero

Aprire un’attività a costo zero

In Italia vi sono moltissimi aspiranti imprenditori, il numero di giovani imprenditori è inoltre ben superiore alla media europea.

Molti tra coloro che desiderano mettersi in proprio vengono però frenati dagli elevati costi necessari all’avvio ed alla gestione di un’attività imprenditoriale. Se pur per mettersi in proprio un investimento è sempre necessario, ci sono diverse opportunità per aprire un’attività quasi a costo zero.

Confronta tutti i Franchising a Zero Euro e Low Cost

Scordatevi di aprire un’attività completamente a costo zero, un investimento se pur minimo è infatti sempre necessario per mettersi in proprio. Esistono tuttavia diverse soluzioni imprenditoriali da adottare per ridurre anche di molto l’investimento iniziale. Vi sono inoltre diversi settori imprenditoriali, sia in franchising che non, che permettono di aprire un’attività con un investimento low cost. Ultima soluzione potrebbe infine essere quella di ricorrere a finanziamenti o a fondi con tassi di interesse agevolati.

Vediamo qualche idea di business low cost e qualche suggerimento per ridurre l’investimento ed aprire un’attività a costo zero, o quasi.

Settori ed idee di business a costo zero

La prima soluzione che vi proponiamo è l’apertura di un’attività in franchising. Il mondo del franchising offre infatti moltissime possibilità, anche ai neo imprenditori senza esperienza nel settore, di mettersi in proprio con format studiati e collaudati ed un investimento iniziale tendente allo zero.

I franchising più economici sono ovviamente quelli che possono essere svolti sul web, da casa e senza location fisica, e soprattutto nel settore dei servizi, dei viaggi e delle consulenze in genere, ma non solo.

Una valida alternativa sono inoltre tutti quei franchising di vendita prodotti attraverso il dropshipping. In questo modo l’affiliato non deve infatti acquistare la merce ma solamente gestire gli ordini ed il sito e-commerce, creato generalmente dall’azienda madre a condizioni vantaggiose ed a costi ridotti.

Il dropshipping è un valido sistema per ridurre i costi di avvio e gestione anche se non si sceglie il franchising. In questo caso, tuttavia, si dovrà pagare separatamente la creazione di un sito web ed accordarsi personalmente con le aziende che offrano merce in dropshipping.

Altra alternativa per mettersi in proprio quasi a costo zero è l’apertura di un negozio online. La creazione di un sito e-commerce non è economica, diverso è invece il discorso per tutte le piattaforme di vendita online messe a disposizione dal web, tra le più conosciute Ebay, che presentano costi davvero ridotti per le inserzioni.

Altre idee di business quasi a costo zero sono inoltre l’avvio di uno o più blog, le attività come freelance (grafico, creatori di siti web ed APP, scrittori, ecc) e di servizi a domicilio (food delivery, ripetizioni, baby sitting, pet sitting, chef a domicilio, ecc).

Altra interessante opportunità la offrono i distributori automatici. Aprirne uno, infatti, ha costi ridotti e richiede un impegno lavorativo solo part time. Vi è inoltre possibilità di vendere ogni tipologia di prodotto immaginabile, dagli alimenti confezionati agli apparecchi tecnologici, sino ai prodotti al sapore di cannabis.

Come risparmiare e la finanza agevolata

Prima di mettervi in proprio sarà fondamentale analizzare le vostre conoscenze e competenze. Avviare un’attività a costo zero richiede infatti molto più tempo, dedizione, pazienza ed impegno rispetto all’avvio di un’attività con un investimento più consistente. Fondamentale sarà quindi sfruttare ciò che già avete e che non vi costa nulla, ovvero le vostre capacità. Tutte le attività di servizi si basano infatti prima di tutto sulle competenze degli operatori.

Per risparmiare ulteriormente è sempre bene non assumere personale per i primi tempi. Questo significa da un lato ridurre i costi ma dall’altro che l’imprenditore dovrà fare tutto da solo, lavorando 24h su 24.

Inoltre, rinunciare, quando possibile, ad un locale fisico e lavorare da casa è la base di partenza per aprire un’attività a costo zero.

Anche per quel che riguarda la promozione e le campagne di marketing, il web viene incontro agli aspiranti imprenditori senza grandi budget. I banner pubblicitari, i social, le campagne di social media marketing, i siti di recensioni ed i blog, risultano ottimi strumenti low cost con cui si può promuovere anche molto efficacemente la propria attività.

Infine, ultima soluzione è quella di ricorrere ad un finanziamento. Anche in questo caso le possibilità sono molteplici. Tra queste:

  • Le reti franchising sono spesso convenzionate con istituti di credito ed offrono agli affiliati la possibilità di essere finanziati.
  • Invitalia emette periodicamente bandi per finanziamenti a tasso agevolato per specifiche Regioni o settori di attività.
  • Europa e Regioni emettono periodicamente fondi per la concessione di finanziamenti a tasso agevolato o a fondo perduto.
  • Finanziamenti dagli istituti bancari privati e microcredito sono infine altre due soluzioni, la prima più stringente e difficile da ottenere, la seconda più semplice da ottenere ma per cifre più limitate.

Trovi qui i migliori Franchising a Costo Zero

Search
Generic filters
Exact matches only
Filter by Custom Post Type