Aprire una Bakery in Franchising

Aprire una Bakery in Franchising

Le bakery sono luoghi capaci di unire perfettamente tutti i maggiori pregi di caffetterie, pasticcerie e panetterie. La bakery è, oltre che la caffetteria in stile americano più “trendy” del momento, un’interessante occasione di auto impiego per tutti coloro che sono appassionati di dolci e vogliono aprire un’attività di ristorazione informale.

Confronta tutte le Migliori Bakery in Franchising a Questo Link.

Cosa Sono ed il Settore

Aprire una bakery significa andare incontro ad una concorrenza ancora non troppo elevata, ma in crescita. Se all’estero le bakery sono infatti oramai realtà consolidate da tempo, in Italia, forse anche a causa dell’elevata qualità delle produzioni artigianali delle pasticcerie, delle panetterie e dei forni presenti, le bakery hanno fatto la loro comparsa solo negli ultimi anni.

Sulla scia della globalizzazione alimentare e culturale, le bakery hanno tuttavia presto conquistato il cuore di giovani, e meno giovani, grazie ad un ambiente informale in cui consumare pasti, colazioni, spuntini, aperitivi, ed in cui poter al contempo lavorare e studiare, assaporando prodotti artigianali di elevata qualità, appartenenti alla tradizione americana ed anglosassone, come brownies, muffins, cupcakes, cheesecake, pancakes, biscotti, dolci e torte di vario genere, prodotti salati come bagel e tramezzini, colazioni salate e brunch in stile americano nonché prodotti di caffetteria come caffè americano e caffè aromatizzati, frapuccini, milk-shake, frullati, succhi e centrifugati.

Il settore delle bakery risulta ad oggi sempre più redditizio come dimostra anche l’arrivo della nota catena di caffetterie Starbucks  in Italia, nonché la nascita di diverse “imitazioni” rivisitate in stile italiano e di reti franchising con un format di caffetteria americana, bakery o ancora bistrot-bakery (un’unione perfetta tra caffetteria, pasticceria, pizzeria e cucina).

Come Avere Successo e Perché Scegliere il Franchising

Per aprire una bakery di successo è necessario riuscire ad offrire prodotti di qualità, di produzioni artigianali, con ricette gustose, prodotti ed ambienti accattivanti, nonché un format accogliente ed unico rispetto alla concorrenza. Ma non è tutto, oltre alla cura del menù e del layout del locale, sarà anche necessario studiare efficacemente la comunicazione e la promozione (anche e soprattutto online e sui social) ed offrire servizi dal valore aggiunto, come ad esempio un angolo giochi per bambini, ambienti adatti ad ospitare anche animali domestici, ed ancora il servizio di consegna a domicilio (sempre più importante).

Per tutti gli aspiranti imprenditori che vogliono avviare una bakery di successo, un’interessante occasione è soprattutto quella di sfruttare un marchio noto ed un format dal comprovato successo, già testato e collaudato sul mercato.

Aprire una bakery in franchising, piuttosto che in autonomia, garantisce diversi vantaggi e permette all’imprenditore di avviare l’attività con meno pensieri ed un rischio ridotto, grazie al supporto ed all’affiancamento a 360° offerti dalla casa madre.

Ma non solo, aderire ad una rete franchising di bakery permette all’imprenditore di sfruttare il know-how e l’esperienza acquisite dalla casa madre, nonché di ottenere formazione professionale e corsi di aggiornamento sia teorici che pratici, che permettono anche ai neo imprenditori senza esperienza e senza conoscenze pratiche o tecniche nel settore della panetteria, della ristorazione o della pasticceria, di avviare la propria bakery con competenza e professionalità.

Spesso poi la casa madre prevede un format chiavi in mano, offre cioè all’affiliato assistenza passo dopo passo e rifornendolo di tutto il necessario per avviare l’attività in breve tempo e gestirla con successo (supporto per analisi della location, scelta locale, progettazione ed arredamento secondo lo stile riconoscibile della rete, fornitura dei software, analisi di fattibilità e business plan, fornitura di materiale promozionale e brandizzato, fornitura delle divise, fornitura di tutte le attrezzature necessarie in cucina ed in sala, fornitura della materie prime e dei prodotti, aggiornamento e personalizzazione del menù in base all’utenza locale, ecc).

Importantissimi saranno poi i vantaggi derivanti dalla visibilità acquisita dalla casa madre, dall’utilizzo di un brand e di un format riconosciuti e consolidati, nonché dal comprovato successo, e l’accesso al potere commerciale della rete (che permetterà di ottenere condizioni vantaggiose per le forniture).

Aprire una bakery in franchising, in sintesi, garantisce il vantaggio di poter sfruttare un format che funziona, un’immagine già nota che permette una più rapida acquisizione e fidelizzazione della clientela, sfruttando inoltre le campagne di comunicazione e promozione centralizzate, il tutto con una gestione semplificata, con ridotti costi di avvio e gestione e con un ridotto rischio di fallire.

Cosa Serve, Iter, Requisiti e Costi

Per aprire una bakery in franchising sarà necessario rispettare gli standard ed i requisiti richiesti dalla casa madre inerenti sia l’imprenditore che la location e la tipologia di locale.

Generalmente non si richiedono particolari requisiti o esperienze personali, ma solamente la passione per il settore e capacità imprenditoriali, di gestione, organizzazione e propensione al contatto con il cliente.

Per quanto riguarda la location, invece, vengono posti dei vincoli in merito alla metratura (generalmente sono necessari dai 50 ai 100 mq circa), al bacino di utenza (che può partire da un minimo di circa 30.000 / 50.000 abitanti) ed in merito al posizionamento del locale (in aree commerciali o di richiamo turistico, presso centri storici o centri commerciali, in zone con elevato afflusso e visibilità, nonché con vetrine fronte strada e prossimità di parcheggio).

Per aprire una bakery in franchising sarà poi necessario adempiere all’iter burocratico seguente:

  • apertura Partita Iva
  • iscrizione al Registro delle Imprese
  • comunicazione di Inizio Attività
  • apertura delle posizioni INPS ed INAIL
  • ottenimento del permesso per esporre l’insegna
  • pagamento dei diritti SIAE
  • messa a norma del locale e del laboratorio (nulla osta sanitario Asl, sicurezza, igiene, accessibilità, ecc)
  • ottenimento degli attestati SAB ed HACCP (questo ultimo obbligatorio per tutti gli addetti)

Per tutti gli adempimenti burocratici, le iscrizioni e comunicazioni, la casa madre offre completo supporto ed affiancamento agli affiliati, oltre che legali e commerciali convenzionati che si occuperanno di tutto, lasciando all’affiliato il solo compito di gestire l’attività.

Per aprire una bakery in franchising viene richiesto un investimento variabile in base alla tipologia di format (solo laboratorio da asporto, locale con consumazioni in loco, ecc), in base alla notorietà del marchio nonché dei servizi offerti agli affiliati ed inclusi nel format di affiliazione.

Per un format chiavi in mano, aprire una bakery in franchising richiede un investimento che va dai 10.000 euro sino ai 90.000 euro.

Se si pensa che aprire una bakery in modo autonomo richiede un budget di partenza di almeno 100.000 o 200.000 euro, aprire una bakery in franchising garantisce enormi vantaggi anche economici. Questo grazie agli accordi maturati dalla casa madre con i fornitori per attrezzature, arredi e merci, offerte ai prezzi più concorrenziali e con le condizioni più agevoli possibili (a volte ad esempio viene offerto anche il comodato d’uso per macchinari ed attrezzature).

Vuoi aprire la tua Bakery? Confronta le nostre proposte in Franchising QUI.

Search
Generic filters
Exact matches only
Filter by Custom Post Type