Aprire una Caffetteria: Guida Completa, Iter e Costi

Aprire una Caffetteria: Guida Completa, Iter e Costi

Il caffè in Italia è più che una semplice tradizione, è un vero e proprio culto. Il consumo di caffè di fatti è un’abitudine consolidata, così come lo è la frequentazione dei luoghi ad esso dedicati, dai semplici bar sino alle caffetterie più moderne in stile americano.

QUI puoi trovare tutte le migliori Caffetterie in Franchising

Ad oggi per gli appassionati del settore ristorativo e del caffè, aprire una caffetteria potrebbe essere un’interessante soluzione per mettersi in proprio. L’attività di fatti si adatta facilmente ai gusti ed alle aspirazioni personali ed è facilmente personalizzabile e mutabile nel tempo, seguendo gli ultimi trend di mercato e rinnovando costantemente la propria proposta.

In questa guida completa vedremo come aprire una caffetteria, quali sono i format di maggior successo nel mercato odierno, cosa serve per aprire una caffetteria di successo partendo da zero, quando costa, l’iter burocratico ed i requisiti necessari per aprire una caffetteria. Inoltre, elenchiamo anche alcuni dei motivi per cui aprire una caffetteria in franchising è una scelta da valutare.

Il settore ed i format di caffetteria di tendenza

Se consumare il caffè anche fuori casa è un’abitudine immutata nei consumatori, le modalità di consumo, gli stili di vita, nonché i gusti e le tendenze, hanno rivoluzionato negli ultimi anni i luoghi dedicati al caffè.

Dai semplici bar tradizionali italiani, di fatti, si è di fatti passati alle odierne, e più moderne, caffetterie polifunzionali con una proposta che va dalla prima colazione sino al drink dopo cena.

Ad oggi tra i format di caffetteria di maggior successo vi sono le caffetterie moderne e di tendenza, o in stile americano (con infinite varietà di preparazione e miscele di caffè, aromi particolari, caffè freddi, frappuccini, the aromatizzati, bubble tea, ..), le caffetterie con ristorazione aperte tutto il giorno, le caffetterie accompagnate da pasticceria / bakery/ gelateria / yogurteria, nonché tutte le caffetterie che puntano su specifici prodotti come ad esempio quelli BIO, vegani, per celiaci, alla cannabis o al the matcha, o perfino su prodotti di tendenza come i bubble drink.

Per aprire una caffetteria di successo sarà necessario offrire ai clienti varietà, qualità, dinamicità negli orari e nella proposta del menù, nonché una buona dose di originalità, aggiornandosi periodicamente in base alle ultime tendenze del settore.

Cosa serve per aprire una caffetteria

Per aprire una caffetteria di successo sono innanzitutto necessarie le doti personali sia a livello imprenditoriale che nel settore ristorativo quali: acume finanziario, capacità di organizzazione e gestione, capacità di promozione ed analisi, capacità di valutazione e scelta del personale, capacità e doti comunicative, di vendita, cordialità e predisposizione al contatto con la clientela, nonché professionalità, competenza e conoscenza del settore.

A livello più strettamente pratico, invece, per aprire una caffetteria sarà innanzitutto necessario redigere un business plan, analizzare costi e potenzialità di ricavi, analizzare il mercato ed il settore, individuando ed analizzando concorrenza, bacino di utenza locale, target di riferimento, richieste, necessità ed abitudini di consumo di quest’ultimo.

Su questa base sarà poi necessario individuare, scegliere e mettere a norma un locale posizionato in location strategiche, visibili e di passaggio, mettere a punto un format originale ed accattivante, nonché di tendenza, scegliere il menù, il tema del locale, progettare gli spazi, mettere a punto strategie di promozione e comunicazione mirate e strategie di prezzo concorrenziali e remunerative.

Particolare attenzione andrà posta alla progettazione degli spazi, del layout nonché dell’arredo del locale in quanto l’ambiente della caffetteria, se accogliente e piacevole, sarà in gradi di attirare un maggior numero di clientela e di fidelizzarla nel tempo.

Ovviamente, di pari passo ad un ambiente curato, avranno un ruolo fondamentale anche un servizio professionale e cordiale, attenzione al cliente ed ai suoi bisogni, nonché selezione di prodotti di prima qualità ed a prezzi concorrenziali.

Il locale necessario ad aprire una caffetteria parte da una metratura minima di circa 50 mq, a crescere a seconda del format, dei servizi e prodotti offerti, della capacità di investimento.

Per l’allestimento si può optare per una soluzione chiavi in mano, spesso offerta dalle aziende produttrici di attrezzature, macchinari ed arredi da bar, oppure per una soluzione personalizzata, che permetterà di dare un tocco unico alla caffetteria, rendendola più originale, nonché di ridurre i costi (se ci si rivolge al mercato dell’usato, oppure a soluzioni di leasing), ma aumenta notevolmente i tempi di realizzazione ed apertura.

Successivamente all’apertura, ma anche prima, sarà fondamentale curare la promozione e comunicazione, anche sui social ed online, realizzando un proprio sito web accattivante, aumentando il proprio bacino di riferimento grazie ai siti di recensioni ed alle attività di food e drink delivery, nonché organizzando periodicamente eventi, serate a tema, promozioni, ecc.

Quanto costa e l’investimento per aprire una caffetteria

Qualunque tipologia di caffetteria si desideri aprire, i costi relativi all’avvio ed alla gestione non sono dei più contenuti. Se pur di fatti sia possibile ridurre l’investimento iniziale aprendo una caffetteria / bar di piccole dimensioni, specializzandosi in un determinato prodotto (riducendo di conseguenza sprechi, costi di fornitura e spazi per lo stoccaggio), riducendo il personale e gli orari di apertura, scegliendo format ambulanti o su strada, rifornendosi presso il mercato dell’usato o utilizzando il leasing per le attrezzature, i costi relativi alla fornitura di attrezzature e macchinari, all’allestimento e messa a norma del locale, nonché alle spese di gestione come affitto / utenze, rimangono piuttosto elevati.

Per aprire una caffetteria di piccole dimensioni può essere sufficiente un budget di partenza di circa 50.000 euro. Per aprire una caffetteria di dimensioni più consistenti, invece, offrendo anche servizi aggiuntivi di ristorazione / gelateria / pasticceria con produzione artigianale in loco, può essere necessario un investimento iniziale sino a circa 100.000 euro.

Iter burocratico e requisiti per aprire una caffetteria

Aprire una caffetteria richiede adempimenti del tutto similari ad una qualunque attività ristorativa. Dunque, se pur non sia necessario richiedere specifiche licenze o attestati per aprire una caffetteria, l’iter burocratico da seguire non è dei più semplici.

Per aprire una caffetteria sarà necessario adempiere al seguente iter burocratico:

  • apertura partita IVA
  • iscrizione al registro delle imprese
  • comunicazione di inizio attività al comune
  • apertura delle posizioni INPS ed INAIL
  • comunicazione unica alla camera di commercio in forma telematica (permette l’adempimento di più comunicazioni / iscrizioni, anche di cui sopra, in una volta)
  • permesso per esposizione insegna esterna
  • pagamento dei diritti SIAE per diffusione di musica nel locale
  • richiesta del permesso all’agenzia delle dogane per la vendita e somministrazione di alcolici
  • attestato SAB
  • attestato HACCP (per tutto il personale addetto)
  • messa a norma di locale / cucina / impianti in materia di destinazione, agibilità, urbanistica, sicurezza ed igiene
  • nulla osta sanitario ASL
  • valutazione dell’impatto acustico in caso si preveda di organizzare eventi / feste / serate con musica
  • valutazione anti incendio da parte dei vigili del fuoco se la metratura del locale è ampia (superiore ai 150/200 mq a seconda delle caratteristiche / bacino di utenza / location)

Le caffetterie in franchising di maggior successo

Aprire una caffetteria in franchising è ad oggi possibile con una varietà estremamente eterogenea di investimenti / budget e format.

Di fatti il settore delle caffetterie in franchising è altamente variegato e presenta differenti opportunità di investimento per gli aspiranti imprenditori che desiderano entrare nel settore.

Una delle principali agevolazioni dell’aprire una caffetteria in franchising è sicuramente la riduzione del rischio d’impresa, unita alla riduzione / contenimento dei costi di avvio e gestione nonché alla possibilità di avviare l’attività anche senza particolari competenze o esperienze pregresse nel settore.

Aprire una caffetteria in franchising garantisce di fatti un format chiavi in mano comprensivo dei seguenti principali servizi e vantaggi:

  • format collaudato e di tendenza
  • supporto per valutazione e scelta del locale
  • progettazione ed allestimento della caffetteria
  • fornitura completa di arredi, attrezzature, macchinari, insegne, sistemi di cassa, software ed hardware, divise, packaging e materiale promozionale, materiale brandizzato, materie prime e di consumo, ..
  • accesso a condizioni di fornitura vantaggiose ed agevolate (grazie al potere commerciale acquisito dalla rete e dalla casa madre) con rifornimenti centralizzati o presso rifornitori convenzionati
  • sfruttamento della visibilità, del marchio e dell’immagine, nonché delle campagne di promozione nazionali
  • formazione e trasferimento del know-how
  • assistenza, consulenza, affiancamento a 360°
  • differenti soluzioni / format di affiliazione per andare incontro alle esigenze / capacità di budget dell’affiliato
  • supporto, con redazione di business plan ad hoc, per la ricerca eventuale di finanziamenti o agevolazioni
  • studi di fattibilità, analisi dei costi e dei potenziali ricavi, business plan, ecc, in fase preliminare
  • supporto per la messa a norma del locale e per tutti gli adempimenti burocratici

Che vogliate aprire una caffetteria biologica, una caffetteria per bambini e famiglie con area giochi, una caffetteria americana o una caffetteria con bakery e pasticceria, esiste già una proposta in franchising che vi permette di farlo con il supporto di un’azienda solida ed esperta.

Aprire una caffetteria in franchising è possibile, a seconda dei format, della notorietà del marchio, della dimensione dell’attività e dei servizi / prodotti inclusi nel format, con un investimento minimo variabile dai 10.000 ai 50.000 euro.

QUI puoi trovare tutte le migliori Caffetterie in Franchising

Search
Generic filters
Exact matches only
Filter by Custom Post Type