Aprire una Ghost Kitchen in Franchising

Aprire una Ghost Kitchen in Franchising

In questo articolo scopriamo in cosa consiste il fenomeno dei ristoranti virtuali nonché come aprire una ghost kitchen in franchising partendo da zero.

 

Leggi anche: Aprire un Take Away in Franchising

Scopri le migliori offerte: Franchising Delivery

 

GHOST KITCHEN: come funzionano e perché hanno successo

Negli ultimi anni in Italia ha fatto la sua ascesa una nuova attività in ambito ristorativo, che tuttavia è già consolidata da molti anni all’estero: la ghost kitchen.

Complici dell’ascesa in Italia delle ghost kitchen sono stati fenomeni quali la crescente digitalizzazione, il mutamento delle abitudini dei consumatori moderni, nonché un sempre maggior consolidamento delle consegne a domicilio. Queste tendenze sono state esasperate soprattutto dal recente fenomeno della pandemia che, complice la chiusura delle attività fisiche, le restrizioni messe in atto per contenere i contagi e la necessità di stare in casa, ha mutato indelebilmente le abitudini di vita e di consumo ed ha ridato valore alle attività svolte in casa.

Come risultato di questa tendenza in Italia hanno iniziato ad avere un crescente successo tutte le attività che ruotano attorno a nuove tecnologie, web e digitalizzazione, come ad esempio il commercio elettronico, ma anche il delivery, prima un mero contorno dell’economia ristorativa ed oggi pilastro consolidato. Accanto alle attività già note come le consegne a domicilio e i negozi online si sono fatte strada nuove attività prima sconosciute in Italia ma già consolidate a livello internazionale, come ad esempio le ghost kitchen.

Così come anticipa il nome la ghost kitchen è una cucina fantasma, un ristorante virtuale che presenta solamente la cucina o un laboratorio di produzione in cui vengono preparati i piatti proprio come in un comune ristorante. Tuttavia la ghost kitchen non ha un locale aperto al pubblico né una sala per le consumazioni sul posto. Le ghost kitchen commercializzano i propri piatti online, attraverso APP e siti web proprietari oppure convenzionandosi con le aziende di delivery, consegnando a domicilio attraverso rider propri oppure delle suddette piattaforme di delivery.

Le ghost kitchen sono dunque una naturale evoluzione della ristorazione a domicilio, ristoranti virtuali che sfruttano il grande potenziale del delivery.

GHOST KITCHEN: i vantaggi e perché scegliere il franchising

Aprire una ghost kitchen significa rispondere alle mutate esigenze dei consumatori moderni con un business di tendenza. Inoltre il settore delle ghost kitchen presenta previsioni rosee per i prossimi anni, con trend attesi in forte crescita.

Aprire una ghost kitchen presenta numerosi vantaggi rispetto ad un ristorante tradizionale. Tra questi vi sono sicuramente i minori costi di gestione ed una maggiore flessibilità nella scelta del posizionamento del locale, ma anche la possibilità di preparare nella stessa ghost kitchen menù differenti per più marchi virtuali.

Tuttavia aprire una ghost kitchen in autonomia potrebbe risultare complesso. Richiederà infatti le stesse accortezze di ogni altra attività ristorativa e scelte strategie riguardo a posizionamento del laboratorio di cucina, marketing e comunicazione, scelta del personale e del menù da offrire, allestimento e fornitura delle attrezzature, adempimenti burocratici e costi da sostenere. Particolarmente importante per aprire una ghost kitchen di successo sarà la cura della presenza online, trattandosi non solo di un canale di marketing, fidelizzazione e promozione, ma anche dell’unico canale di vendita.

Per coloro che vogliono semplificare notevolmente avvio e gestione, ridurre i costi e massimizzare i guadagni, ridurre il rischio ed al contempo sfruttare moltissimi altri vantaggi competitivi, si apre la possibilità di aprire una ghost kitchen in franchising.

Anche in Italia sono infatti nati i primi network in franchising di ghost kitchen che permettono di avviare il proprio ristorante virtuale di successo con la guida ed il supporto di un’azienda consolidata, senza dunque la necessità di particolari esperienze pregresse o ingenti capitali, e potendo sfruttare formazione professionale, assistenza completa, un sistema di business collaudato e dal comprovato successo, un marchio di successo, know-how di valore e partnership esclusive.

Aprire una ghost kitchen in franchising permette generalmente di accedere ad un format chiavi in mano che dunque offre agli affiliati tutto quanto necessario per avviare e gestire il proprio business autonomo con successo e con tutto il supporto di una realtà leader.

 

Scopri le proposte del settore: Franchising Ghost Kitchen

GHOST KITCHEN: requisiti ed investimenti

Le ghost kitchen sono inquadrate a livello normativo come attività ristorative senza somministrazione sul posto ma con preparazione di piatti destinati all’asporto, così come lo sono ad esempio gli street food ed i take away, ed in cui rientrano dunque in generale tutte le attività ristorative che offrono unicamente asporto e delivery.

Se pur non vi sia un locale aperto al pubblico, e dunque l’accesso alla ghost kitchen sia solamente per il personale che vi lavora, la cucina o il laboratorio di produzione dovranno comunque rispettare tutte le normative in materia di igiene e sicurezza. Impianti ed attrezzature a norma, personale dotato delle necessarie qualifiche, nulla osta ASL, attestati SAB ed HACCP sono solo alcuni dei requisiti necessari, similarmente ad altre attività ristorative. Per le ghost kitchen, trattandosi di attività specializzate in delivery, si pone tuttavia anche la necessità di mantenere gli standard di qualità, sicurezza ed igiene durante il trasporto dei piatti dalla ghost kitchen sino al cliente attraverso contenitori idonei alla conservazione ed al trasporto di alimenti e sistemi che mantengano idonee le temperature durante il trasporto.

Fortunatamente coloro che decidono di aprire una ghost kitchen in franchising avranno il completo supporto da parte della casa madre anche per quanto riguarda tutti gli adempimenti necessari.

Aprire una ghost kitchen in franchising richiede un investimento chiavi in mano che mediamente parte da circa 20.000 / 30.000 euro, comprensivo di tutto il necessario.

 

Leggi anche: Aprire un Take Away in Franchising

Scopri le migliori offerte: Franchising Delivery

 

Search
Generic filters
Exact matches only
Filter by Custom Post Type