Aprire una Posta Privata: Guida Completa, Iter e Costi

Aprire una Posta Privata: Guida Completa, Iter e Costi

Per tutti coloro che si affacciano al mondo dell’imprenditoria e desiderano entrare nel settore dei servizi, aprire una posta privata potrebbe ad oggi, con la giusta gamma di servizi e la creazione di un network capillare, essere una buona idea di business.

Se hai deciso che il settore dei servizi, postali e non, è quello che fa per te, in questa guida completa puoi scoprire come aprire la tua posta privata, e centro multi servizi,  partendo da zero, tutto ciò che ti serve, l’iter burocratico ed i requisiti, nonché i costi e l’investimento necessari. Infine, ti consigliamo di valutare, soprattutto se è la tua prima esperienza nel settore o come imprenditore autonomo, anche la soluzione del franchising.

Confronta le migliori Poste Private in Franchising QUI

Il mercato e come avere successo nel settore delle poste private

In seguito alle liberalizzazione del 2011, aprire un posta privata è ad oggi possibile senza particolari limitazioni e restrizioni. Prima monopolio di stato, ad oggi le spedizioni ordinarie possono infatti essere oggetto di un business privato.

Le poste private risultano essere un business di successo nel mercato odierno, anche a seguito del mutamento degli stili di vita e di consumo, nonché successivamente alla pandemia da coronavirus covid-19. Oltre ai servizi rivolti a privati ed aziende, che risultano essere sempre necessari, soprattutto il comparto legato alla logistica, alle spedizioni ed ai servizi di corrieri espresso ha subito un incremento della domanda. Ad influenzare questo trend positivo sono stati i profondi cambiamenti in atto per quanto riguarda le abitudini di acquisto e le esigenze dei consumatori, il crescente utilizzo dell’e-commerce, con conseguente aumento degli acquisti online ed incremento della richiesta dei servizi di consegna a domicilio, causati a loro volta dalle varie restrizioni messe in atto per contenere i contagi dal virus (chiusura della attività fisiche tradizionali, lockdown, ecc).

Per aprire una posta privata di successo è innanzitutto fondamentale avere competenze e conoscenze nel mondo dei servizi e predisposizione al contatto con la clientela. Altrettanto importante è tuttavia saper offrire la giusta gamma di prodotti e servizi nonché riuscire a creare un network capillare, esteso ed efficiente.

I format di poste private di maggior successo nell’odierno mercato sono dinamici ed includono ai più classici servizi postali, di spedizione, recapito e pagamenti anche altri servizi come: punto di ritiro (ad esempio per Amazon), corrieri espresso e spedizioni speciali, ricariche, trasferimenti di denaro, servizi energetici, utenze, abbonamenti, biglietteria, servizi turistici e di viaggio, consulenze a privati ed aziende in vari ambiti, servizi immobiliari, assicurazioni, servizi finanziari, gestione pratiche, servizi di stampa e grafica.

Cosa serve per aprire una posta privata

Prima di aprire la propria posta privata, ed ancor prima di effettuare le necessarie analisi e pianificazioni, sarà innanzitutto necessario determinare la gamma di servizi che si vogliono offrire.

Ai privati infatti viene concesso di aprire una posta privata, ma in base ai servizi offerti sarà necessaria una differente licenza (licenza individuale oppure autorizzazione generale).

Con l’autorizzazione generale, da richiedere all’autorità competente, si potranno offrire servizi di gestione, accettazione, trasporto, smistamento e distribuzione di pacchi con peso superiore ai 2 kg, nonché distribuzione di pacchi con peso superiore ai 20 kg.

La licenza individuale, di contro, permette di operare su tutti i fronti, senza limitazioni stringenti e con la possibilità di collaborare anche con le poste pubbliche (convenzionandosi ad esempio con Poste Italiane e diventandone una filiera, se pur indipendente).

Consigliabile è, dunque, soprattutto se si vuole aprire un centro multi servizi polifunzionale, richiedere la licenza individuale.

Oltre all’ottenimento della licenza, sarà poi fondamentale analizzare il territorio ed il target, effettuando le dovute analisi di fattibilità e dei costi, redigendo un business plan accurato e valutando la migliore location per l’apertura (che dovrà essere strategica, lontano da concorrenza, in un bacino di utenza sufficientemente ampio ed in un punto facilmente accessibile e di passaggio).

Iter e requisiti per aprire una posta privata

Come anticipato prima, per aprire una posta privata sarà innanzitutto necessario richiedere la licenza / autorizzazione. L’autorizzazione sarà emessa dal Ministero dello Sviluppo Economico, mentre la domanda andrà presentata al Dipartimento delle Comunicazioni.

Una volta ottenuta l’autorizzazione, l’iter burocratico da seguire sarà basilare:

  • apertura della Partita Iva
  • iscrizione al Registro delle Imprese (Camera di Commercio)
  • comunicazione di Inizio Attività al Comune (almeno 30 giorni prima dell’avvio)
  • apertura delle posizioni INPS ed INAIL
  • ottenimento del permesso per Esporre l’Insegna
  • Messa a norma del locale e degli impianti
  • Rispetto delle normative igienico-sanitarie

Altre comunicazioni, adempimenti o requisiti potrebbero essere richiesti in base alla legislazione locale. Per questa ragione è consigliabile informarsi in merito all’iter completo ed aggiornato presso lo SUAP locale e con l’affiancamento di un commercialista.

Inoltre, la maggior parte degli adempimenti, delle comunicazioni e delle iscrizioni iniziali è effettuabile in un’unica soluzione, e direttamente online, tramite la Comunicazione Unica da inviare alla Camera di Commercio tramite PEC.

Visita anche la sezione: Franchising Poste Private

Quanto costa aprire una posta privata

Per aprire una posta privata partendo da zero è plausibile che sia necessario un investimento iniziale di circa 20.000 / 30.000 euro. Se si decide di partire con solo un ufficio di piccole dimensioni potrebbe tuttavia essere sufficiente anche un investimento di circa 15.000 euro.

Per avere certezza del budget necessario all’avio della posta privata, nonché alla sua iniziale gestione, ed essere sicuri di possedere la stabilità e disponibilità finanziaria necessarie, sarà bene effettuare attente analisi, previsioni e studi, redigendo un business plan accurato e completo di un’attenta analisi di fattibilità, un’analisi finanziaria e relativa al dettaglio dei costi.

Perché scegliere il franchising

Il franchising di poste private è particolarmente consigliato non solamente ai neo imprenditori ed a chi si affaccia al mondo dei servizi postali per la prima volta. Infatti, uno degli ostacoli maggiori nell’aprire una posta privata di successo sarà la creazione di un network capillare, l’offerta di servizi eterogenei e remunerativi, in linea con le richieste della propria clientela, un servizio clienti efficiente e rapido, l’applicazione di costi competitivi ed attraenti per la clientela, nonché il consolidamento di visibilità e di una reputazione di affidabilità.

Aprire una posta privata in franchising, piuttosto che in autonomia, risulta più semplice, rapido e meno costoso, grazie ad importanti vantaggi ed agevolazioni riservate agli affiliati, tra cui:

  • lo sfruttamento di un marchio noto e riconosciuto
  • maggiore visibilità nazionale e locale
  • campagne di comunicazione e marketing centralizzate sia online che offline
  • maggior tasso di fidelizzazione della clientela, con iniziative mirate
  • utilizzo di un format collaudato e dal comprovato successo
  • una gamma di servizi completi ed attraenti per la clientela
  • formazione completa, aggiornamenti, trasferimento del know-how e delle modalità gestionali / organizzative
  • format semplificato e standardizzato, con una gestione più snella e flessibile
  • un’assistenza costante e completa per ogni aspetto
  • supporto ed affiancamento per ogni aspetto legato all’avvio ed alla gestione della posta privata
  • supporto burocratico / legale / amministrativo / commerciale incluso
  • analisi e selezione della location più strategica
  • fornitura ed allestimento chiavi in mano (arredi, attrezzature, hardware, software, espositori e grafiche)
  • accesso ad accordi nazionali e particolarmente vantaggiosi per la fornitura di prodotti e servizi da parte di aziende terze

Aprire una posta privata, con annesso centro multi servizi, in franchising è possibile con un investimento iniziale minimo a partire da appena 5.000 €.

Investimenti più ridotti vengono previsti nel caso in cui si scelga di avviare un portale online, senza sede fisica, di servizi postali e multi servizi.

Contrariamente, più il marchio scelto è conosciuto, più la rete franchising è capillare, più servizi e vantaggi vengono offerti agli affiliati, nonché al crescere del numero di servizi e prodotti offerti alla clientela ed al crescere della dimensione dell’attività, maggiore sarà di conseguenza il budget richiesto per l’avvio dell’attività.

 

QUI trovi i migliori Franchising di Poste Private

 

Search
Generic filters
Exact matches only
Filter by Custom Post Type