Come Aprire un Asilo per Cani

Come Aprire un Asilo per Cani

In questa guida completa vediamo come aprire un asilo per cani di successo e professionale partendo da zero: cosa serve, iter e requisiti, costi ed opportunità.

 

Scopri le migliori opportunità del settore: Franchising Animali

Leggi anche: Aprire un Maneggio

DA DOVE PARTIRE

Aprire un asilo per cani è un business dal grande potenziale. Non solamente il mercato relativo ai servizi per animali è in crescita, ma si tratta anche di un business in grado di coniugare successo imprenditoriale e passione per gli animali.

Ad oggi sempre più famiglie decidono di adottare un cane e dunque gli asili per cani sono attività sempre più richieste. La domanda è elevata soprattutto da parte di un target con capacità di spesa medio – alta e famiglie dal nucleo ristretto. I ritmi di vita sempre più frenetici, i lunghi orari di lavoro e le trasferte che sempre più spesso si rendono necessarie rendono infatti gli asili per cani attività di riferimento per moltissime persone. Inoltre la concorrenza nel settore, soprattutto da parte di business in grado di offrire un servizio qualitativamente alto, è ancora ridotta.

Gli asili per cani sono luoghi in cui i cani vengono accuditi e tutelati ed in cui tutti i loro bisogni vengono soddisfatti. I cani vengono infatti affidati a personale esperto e professionale, spesso con qualifiche ed attestati in ambito cinofilo, che si occupano di tenerli d’occhio, farli uscire e passeggiare, somministrargli i pasti, ma anche farli giocare e socializzare all’evenienza, nonché garantirgli un luogo di riposo sicuro e sorvegliato in cui l’intervento in caso di problematiche è tempestivo. Gli asili per cani sono dunque una perfetta soluzione per chi non vuole o non può lasciare da solo a casa il proprio amico a quattro zampe durante la giornata.

COSA SERVE

Se pur a livello legale non siano necessarie specifiche competenze, licenze o attestati, è fortemente e caldamente consigliato che tutti, imprenditore e personale, siano in possesso delle necessarie esperienze, competenze, conoscenze e qualifiche in ambito cinofilo utili a fornire ai clienti un servizio professionale e di qualità, nonché a garantire la totale sicurezza dei cani.

A giocare un ruolo chiave nella progettazione e definizione del business è la location scelta per l’avvio del business. Aprire un asilo per cani in periferia o in centro cittadino richiederà infatti accortezze sensibilmente differenti, così come diversi saranno i servizi che si possono offrire alla clientela ed i costi da sostenere.

Da un lato una location fuori città garantisce ampi spazi e molto verde, a costi più ridotti, permettendo anche di ampliare molto le attività ed i servizi svolti nella struttura ed il numero di animali ospitati. Di contro tuttavia queste location risultano spesso scomode da raggiungere perché lontane dai centri abitati e dalle zone degli uffici, e dunque sono meno scelte dai quei lavoratori che non abitano o lavorano nelle vicinanze.

Una location più vicina al centro cittadino, a zone residenziali o zone ricche di uffici permette all’asilo per cani di essere raggiunto rapidamente e comodamente, incrementano dunque la potenziale clientela. Tuttavia i costi da sostenere saranno nettamente più elevati e le strutture disponibili avranno spesso meno spazio e meno aree verdi, permettendo dunque di ospitare meno cani e di offrire meno servizi. Inoltre questa localizzazione richiederà spesso accortezze aggiuntive come ad esempio una maggior insonorizzazione della struttura e la richiesta di permessi speciali al vicinato o al comune.

Importantissimo per aprire un asilo per cani sarà anche offrire un servizio veterinario per far fronte ad ogni possibile emergenza o evenienza. Se non si allestisce un ambulatorio veterinario interno alla propria struttura, ci si potrà convenzionare con alcuni veterinari della zona.

 

ITER E REQUISITI

Aprire un asilo per cani richiederà innanzitutto gli adempimenti di base comuni ad altre attività di servizi rivolti agli animali.

  • Apertura Partita Iva
  • Iscrizione al Registro delle Imprese
  • Comunicazione di Inizio Attività al Comune
  • Apertura posizioni INPS ed INAIL
  • Nulla osta ASL

La maggior parte delle comunicazioni, iscrizioni ed adempimenti iniziali possono essere espletati assieme attraverso la Comunicazione Unica, da inviare alla Camera di Commercio tramite PEC.

Aprire un asilo per cani richiede tuttavia alcune accortezze aggiuntive. Innanzitutto andranno rispettate le legislazioni e normative in materia di sicurezza e benessere animale, nonché in ambito veterinario. Inoltre la location dovrà rispettare alcuni standard minimi, come ad esempio una metratura minima garantita ad ogni animale ospitato, aree recintate, aree private per ogni animale, insonorizzazione acustica, e così via.

Questi requisiti possono variare sia su base regionale e comunale, e dunque con una competenza locale, sia in base alla localizzazione ed al posizionamento scelti. Per questa ragione è altamente consigliabile informarsi presso lo SUAP, le istituzione e gli enti di categoria, nonché sfruttare la consulenza di un commercialista.

COSTI ED INVESTIMENTI

Aprire un asilo per cani richiederà costi sensibilmente differenti in base alle singole specifiche del business. Fare una stima precisa è dunque impossibile senza un business plan ed un conto economico.

A titolo puramente esemplificativo, aprire un asilo per cani richiederà un investimento minimo di almeno 40.000 euro, solo per far fronte ai costi iniziali e considerando una struttura di dimensioni medie in zona periferica che nono necessita di grandi interventi.

OPPORTUNITÀ E FRANCHISING

Per aprire un asilo per cani di successo nel mercato odierno bisognerà effettuare attente analisi di mercato e progettare il business andando incontro alle reali esigenze e richieste del proprio target di riferimento, nonché incontrando le nuove tendenze del settore. Ad oggi la parola chiave è multiservizi.

Un asilo per cani di successo dovrà infatti saper offrire servizi di vario genere: asilo per cani giornaliero, ma anche con tariffe flessibili ed orarie, pensione per cani, eventuali servizi per altri animali di compagnia, educazione cinofila, attività di socializzazione per cani, agility, addestramento, corsi formativi ed informativi per la clientela su diversi temi, servizi veterinari, toelettatura, vendita di alimenti ed accessori, e molto altro ancora.

Ad oggi esistono numerosi network in franchising dedicati agli animali. Aprire un asilo per cani in franchising permette di accedere a numerosi vantaggi e semplificazioni tra cui un minor budget necessario per l’avvio ed un supporto completo e professionale sia prima che dopo l’avvio.

 

Scopri le migliori opportunità del settore: Franchising Animali

Leggi anche: Aprire un Maneggio

 

Search
Generic filters
Exact matches only
Filter by Custom Post Type