Come Aprire un’Impresa Edile e di Ristrutturazioni

Come Aprire un’Impresa Edile e di Ristrutturazioni

Quello dell’edilizia è un settore molto dinamico e vario che ad oggi presenta diverse opportunità per gli aspiranti imprenditori. Vediamo in questo articolo come aprire un’impresa edile e di ristrutturazioni e cosa serve.

 

Visita la sezione con i migliori Franchising di Edilizia e Ristrutturazioni

Torna alla sezione generale con tutte le nostre guide imprenditoriali per Aprire un’Attività

IL SETTORE ED I SERVIZI

Il settore dell’edilizia può ad oggi rivelarsi molto redditizio, anche grazie all’enorme varietà di ambiti in cui è possibile inserirsi. Chi decide di aprire un’impresa edile potrà infatti occuparsi di molteplici ambiti quali costruzioni, ristrutturazioni, demolizioni, costruzione o rimodernamento di strade, ponti e ferrovie, con servizi dunque rivolti a privati, enti ed aziende.

Inoltre, a rendere ancora più dinamico il settore, nonché sempre più richiesti ed accessibili i servizi di edilizia e ristrutturazione ad un vasto target di potenziali clienti, sono anche le diverse agevolazioni ad oggi offerte ad esempio per le ristrutturazioni volte all’ottimizzazione energetica ed alla riduzione dell’impatto ambientale delle abitazioni sia private che commerciali.

ITER BUROCRATICO E REQUISITI

Oltre ai classici requisiti di moralità e legalità richiesti per avviare una qualunque attività imprenditoriale, per aprire un’impresa edile e di ristrutturazioni sarà richiesto il seguente iter burocratico:

  • apertura Partita Iva
  • iscrizione al Registro delle Imprese (Camera di Commercio)
  • comunicazione di Inizio Attività al Comune (almeno 30 giorni prima dell’avvio)
  • apertura delle posizioni INPS ed INAIL
  • certificazione ASL
  • permesso esposizione insegna esterna

Per aprire un’impresa edile e di ristrutturazioni sarà inoltre fondamentale stipulare le necessarie assicurazioni per macchinari, attrezzature e personale dipendente, nonché avere le dovute competenze e conoscenze, nonché esperienze in ambito edile.

 

Con un Franchising di Edilizia potrai avviare la tua attività con supporto completo, anche dal punto di vista burocratico ed amministrativo. Scopri le migliori reti operative in Italia.

COSA SERVE, COSTI ED INVESTIMENTI

Per aprire un’impresa edile e di ristrutturazioni sarà necessario avere a disposizione uno spazio, sufficientemente ampio (anche non di tipo commerciale) da usare come rimessa e deposito per l’attrezzatura, i veicoli ed i macchinari. A tale scopo sarà idoneo anche un locale in periferia. Sarà inoltre necessario allestire un ufficio curato ed accogliente (in prossimità del deposito o dislocato in location di maggiore visibilità nei centri città) in cui accogliere i clienti e progettare / pianificare gli interventi edili.

L’investimento necessario per aprire un’impresa edile e di ristrutturazioni può variare sensibilmente in base alle diverse voci di costo generate da aspetti quali: format dell’attività, servizi edili offerti, dimensione del locale, localizzazione, macchinari ed attrezzature necessarie e relativo canale di reperimento (acquisto, leasing, affitto, mercato dell’usato, ecc).

Generalmente si potrà stimare realisticamente un budget minimo di avvio necessario che si attesta su 40.000 / 50.000 euro circa (considerando che l’investimento in attrezzature e macchinari può facilmente superare i 30.000 euro e tutti gli altri costi per arredi, software, affitto, utenze, personale, marketing, ecc).

FRANCHISING

Per chi desidera aprire un’impresa edile e di ristrutturazioni c’è anche la possibilità di farlo attraverso l’affiliazione ad un franchising. Vi sono ad oggi infatti numerose reti franchising operanti in ambito edile, di costruzioni e ristrutturazioni, con i più svariati servizi e format e con costi di accesso accessibili.

Aprire un’impresa edile e di ristrutturazioni in franchising permette di accedere a numerosi vantaggi tra cui un consolidato know-how, formazione a 360° che rende accessibile il settore anche a chi non ha esperienze pregresse, riduzione del rischio d’impresa, un marchio noto, marketing centralizzato a livello nazionale, format all’avanguardia ed originali, semplificazione di gestione ed avvio, riduzione dei costi di avvio e di gestione, agevolazioni riservate, e molti altri vantaggi.

Per aprire un franchising di edilizia viene richiesto un investimento iniziale complessivo, per format chiavi in mano, che parte da un minimo di 15.000 euro ed arriva ad un budget medio di circa 25.000 / 30.000 euro.

 

Visita la sezione con i migliori Franchising di Edilizia e Ristrutturazioni

 

Search
Generic filters
Exact matches only
Filter by Custom Post Type