Come Investire 40.000 Euro

Come Investire 40.000 Euro

Investire i propri risparmi è un’operazione fondamentale per tutti coloro che non solo vogliono tenere al sicuro, ed evitare la perdita di valore, della somma risparmiata, ma anche per tutti coloro che vogliono riuscire ad aumentarne il valore, ottenendo qualche guadagno.

40.000 euro sono una somma importante che permette di effettuare investimenti di ogni genere, nonché di diversificare per tipologia di investimento ed area geografica. In questa guida cercheremo di capire come investire 40.000 euro nel modo più corretto, massimizzando i risultati e riducendo al minimo i rischi.

Leggi anche: Come investire 30.000 euro QUI

Visiona tutti i Franchising con Investimento tra 25.000 e 50.000 euro QUI.

Cosa Fare Prima di Investire 40.000 Euro

Non c’è una metodologia di investimento migliore, che si adatti alle esigenze ed agli obbiettivi di tutti. Per effettuare un investimento nella maniera più corretta e redditizia, infatti, sarà necessario prima di tutto analizzare il profilo dell’investitore.

Primo elemento da valutare sarà ovviamente il budget a disposizione che si desidera investire. In base a questo ci saranno investimenti più o meno consigliabili, o accessibili. Con 40.000 euro si ha una discreta libertà decisionale in quanto sono davvero pochi gli investimenti preclusi ad una cifra di questo tipo.

Successivamente sarà necessario analizzare la propria propensione al rischio, che sarà strettamente correlata alla redditività desiderata dal proprio investimento. Questi due elementi sono di fatti inversamente proporzionabili. Investimenti a rischio più elevato, di norma, presentano infatti tassi di interessi più elevati. Contrariamente investimenti più sicuri e tutelati presentano guadagni più blandi. Tra gli investimenti a rischio elevato e quelli più sicuri non c’è una scelta che sia in assoluto migliore di un’altra, ma dipenderà dalla propensione dell’investitore e dai suoi obbiettivi.

Sempre considerando gli obbiettivi dell’investitore, sarà necessario valutare e scegliere le modalità con cui investire 40.000 euro anche in considerazione della linea temporale ideale per raggiungere i risultati sperati. Investimenti più sicuri presentano generalmente dei vincoli nella riscossione della liquidità, ed in generale dei tempi di riscossione degli interessi medio – lunghi. Investimenti più rischiosi, invece, come possono esserlo le azioni societarie o il trading online, presentano delle tempistiche brevi per quanto riguarda la riscossione della somma investita e degli interessi generati (sempre che ve ne siano).

In ultimo, ma non per importanza, sarà necessario capire quali sono realmente le proprie competenze, esperienze e conoscenze in ambito finanziario e di investimento. Se si è poco esperti nel settore, infatti, non è consigliabile pianificare da soli un piano di investimenti. Le opzioni in questo caso sono diverse. Si potrà optare per la consulenza finanziaria della propria banca di fiducia, per le consulenze offerte dagli uffici preposti alle poste oppure ancora per un consulente finanziario indipendente. Di fatti, i consulenti finanziari che lavorano per enti o privati tenderanno a promuovere i propri prodotti, mentre un consulente finanziario indipendente permetterà di valutare con maggiore oggettività tutte le opzioni a disposizione. Particolare attenzione si dovrà in ogni modo fare alle commissioni richieste dai consulenti, siano essi indipendenti o meno.

Ultimo consiglio, per investire 40.000 euro nel migliore dei modi, è la diversificazione. Diversificare il proprio investimento avrà un ruolo chiave nel bilanciamento dei rischi, permettendo anche di ottenere guadagni più elevati. Ad esempio, a titolo puramente esemplificativo, si potrà scegliere di investire metà del proprio budget in una soluzione sicura per mettersi al riparo da ogni rischio (titoli statali, ecc.). Siccome questa soluzione genererà un guadagno basso e solo nel medio – lungo periodo, si potrà decidere di investire la restante metà in strumenti più rischiosi ma dal rendimento più elevato, con riscossione più rapida dei guadagni. La restante metà, dunque 20.000 euro, si potrà suddividere ulteriormente, diversificando gli investimenti più rischiosi. Investendo 10.000 euro in un’obbligazione societaria o un titolo dall’elevato rendimento ma anche dal correlato rischio elevato, ed i restanti 10.000 euro in un titolo differente con le stesse caratteristiche di rischio e rendita, si potrà spalmare il rischio, e così anche i guadagni. Se pur vi sia la possibilità che entrambe le soluzioni abbiano esito positivo, è invece statisticamente difficile che entrambe abbiano esito negativo (se sono state scelte e valutate con cura). In questo modo, se uno dei due investimenti rischiosi andasse male, generando una perdita, mentre l’altro andasse bene, generando un guadagno, questo permetterà di recuperare la perdita e, nel migliore dei casi, di ottenere comunque un interesse positivo a livello complessivo.

Come Investire 40.000 Euro

Come sopra anticipato, le modalità di investimento si suddividono principalmente in due categorie:

  • gli investimenti più sicuri, con tassi di interesse ridotti ed un tempo medio / lungo
  • gli investimento a rischio moderato o elevato, con tassi di interesse più cospicui ed una tempistica medio / breve

Alla prima categoria di investimenti, quelli più sicuri, a cui, anche nell’ottica della diversificazione, è sempre bene puntare con la maggior parte del proprio capitale, appartengono i titoli e le obbligazioni statali considerate sicure, i buoni fruttiferi postali, i conti deposito, e così via. Queste metodologie di investimento permettono di garantire la somma investita contro eventuali perdite (il tetto di copertura è di fatti ben superiore ai 40.000 euro), se pur presentano tassi di interesse ridotti. Su questa tipologia di investimenti, tuttavia, anche la tassazione risulta spesso più agevolata.

Alla seconda categoria di investimenti, ovvero quelli più rischiosi, appartengono moltissimi strumenti. Obbligazioni corporate (ovvero aziendali, emesse da imprese o multinazionali), obbligazioni aziendali in paesi emergenti, così come obbligazioni statali emesse da paesi emergenti o dall’economia più instabile, o ancora tutte quelle soluzioni proposte dal mercato azionario o dal trading online, risultano soluzioni di investimento a rischio dal moderato all’elevato, a seconda delle caratteristiche presentate.

In ultimo, per coloro che desiderano investire in maniera differenziata anche con modalità più “originali” vi è anche la possibilità di investire parte del proprio budget nel mercato immobiliare (accendendo un mutuo per l’acquisto di una casa oppure optando per l’acquisto di garage o spazi di dimensioni più ridotte, da rivendere o affittare), nel mercato dei beni rifugio con acquisto diretto o di titoli in società produttrici (come metalli preziosi, oro, alcune categorie di generi alimentari, e così via), oppure ancora nel mondo dell’imprenditoria.

Questa ultima soluzione apre a sua volta differenti strade. Infatti, è possibile investire nel mondo dell’imprenditoria con diverse modalità scegliendo di essere un puro investitore (investendo in start-up, partecipando a progetti di crowdfunding, diventando socio di capitali, ecc), un lavoratore diretto nell’azienda in cui si investe (ad esempio socio di capitali con apporto lavorativo in aggiunta), oppure ancora il diretto proprietario ed imprenditore del business (avviando un’attività autonoma da gestire direttamente, avviando un’attività in franchising, e così via).

Vuoi investire nel Franchising? QUI trovi tutte le proposte con investimento tra 25.000 e 50.000 euro.

Search
Generic filters
Exact matches only
Filter by Custom Post Type