Forever Bambù nasce dall’idea di Emanuele Rissone, imprenditore dall’età di 21 anni e con alle spalle una storia di un quarto di secolo, nel quale ha portato il marchio Vitamin Store ad essere punto di riferimento in Italia per il mondo dell’integrazione alimentare. Tanto da essere acquisito dal colosso Enervit.

Emanuele ha visto nel Bambù Gigante e nella sua coltivazione quel tratto distintivo dei prodotti che cambieranno la storia dei consumi e della quotidianità in occidente.

 

 

Il Bambù può essere oggi in Italia ciò che sono stati i kiwi o i prodotti a base di aloè.

Ecco il prodotto che ha acceso nuovamente lo spirito imprenditoriale di Emanuele, capace di attirare la sua attenzione, convinto che sarebbe stato il prodotto vincente per il prossimo quarto di secolo. Un’attività che fosse nella green economy e facesse bene alla nostra terra e che contemporaneamente permettesse a lui ed ai suoi soci di lasciare un segno positivo del nostro breve passaggio su questo pianeta così bisognoso di aiuto.

Il Bambù Gigante è tutto questo: un prodotto flessibile e dalle grandi potenzialità con un impatto estremamente positivo sull’ambiente che lo circonda.

Quali le proprietà e le applicazioni del Bambù gigante?

Il bambù gigante produce due prodotti vendibiliil germoglio per il settore alimentare e il legno per quello industriale.

Il germoglio ha numerose applicazioni, viene usato in tutta la cucina asiatica e in particolar modo in quella cinese e giapponese. Ma essendo un novel food di tutto rispetto, prevedo avrà grandi applicazioni anche nella nostra cucina. Per fare un parallelo il germoglio di bambù oggi ha le stesse potenzialità che aveva 25 anni fa l’aloe vera e sappiamo tutti come è finita e dove sia arrivata questa pianta.

Il legno di bambù ha una quantità di applicazioni tali che non basterebbe tutto l’articolo per elencarle. Diciamo semplicemente che tutto ciò che oggi viene fatto in legno comune potrà in futuro essere prodotto con il legno di bambù, dai pavimenti alle cucine, dagli accessori alle sedie, dalle case ai mobili, dalle porte agli uffici insomma proprio tutto.

Oltre a questo ci sono altri interessanti utilizzi:

  • dalla cellulosa si può produrre una carta splendida,
  • dalle fibre si ricava un filato con caratteristiche uniche per produrre tutto l’abbigliamento che conosciamo.

Infine la cosa che più ci attrae, con le fibre si produce una bio plastica non inquinante e bio degradabile.

Perché il Bambù avrà un così forte impatto sul pianeta?

Il bambù gigante che usiamo (il Phyllostachys Pubescens comunemente chiamato Moso) non è un albero e quindi non si comporta come tale.

È una pianta che vive grazie ad un complesso sistema di rizomi sotterranei che nell’arco di una decina d’anni vanno a colonizzare l’intero terreno che hanno a disposizione.

Questo implica che quando tagliamo una pianta, ovvero una canna di bambù gigante alta circa 15/20 metri, in realtà non la stiamo uccidendo, come accade per gli alberi, la stiamo solo potando.

Dopo i primi anni le piante diventeranno una splendida foresta che:

  • non necessita più di cureperchè la foresta si auto gestisce e questo significa avere una coltura che non richiede concimi, acqua e fertilizzanti,
  • taglieremo le piante per la legna e queste ricresceranno come per magia senza ripiantumarle. Avremo foreste che produrranno legna in continuità per decenni.

Una foresta di bambù gigante produce il 35% in più di ossigeno di qualsiasi altro impianto arboreo.

A questo si aggiunge che grazie alla fotosintesi clorofilliana, queste piante sono in grado di sequestrare una quantità di CO2 non inferiore al 700% in più di qualsiasi altra pianta”

Com’è Strutturata Forever Bambù?

Lasciamo la parola al Fondatore e ideatore del Progetto Emanuele Rissone.

Forever Bambù nasce a fine 2014 come Srl e in questi 6 anni di attività ne abbiamo realizzate ben 26.  Tutte insieme formano i nostri 5 comparti o foreste sparsi sul territorio italiano. Due in Piemonte e tre in Toscana.

Possediamo una Holding creata dai primi soci fondatori che con me si sono adoperati per promuovere questo progetto e farlo partire.

Proprio quest’anno abbiamo dato il via ad una ristrutturazione del progetto industriale, con una maxi fusione di tutte le Srl del gruppo che daranno vita alla più grande SpA presente sul mercato per la creazione di foreste di Bambù Gigante. La fusione sarà conclusa indicativamente a fine estate con la nascita di Forever Bambù SpA.

Insomma pensiamo di essere la società giusta nel momento giusto.

Prossimi passi con noi? Partecipa come investitore diventando socio del nostro progetto.

Crediamo che si stia aprendo un momento magico per i nostri soci che intendono aumentare il proprio investimento in Forever Bambù e ovviamente ancor più per i nuovi interessati.

Proprio in questi giorni stiamo lanciando una nuova società, la Forever Bambù 27 che sarà una Start Up Innovativa. Sarà di grandi dimensioni (svariati milioni di euro) e avrà come obiettivo l’acquisto di un nuovo grande comparto, questa volta situato nel Veneto. Stiamo infatti trattando l’acquisto di 37 ettari in provincia di Venezia già piantumati nel 2018 da imprenditori veneti che vorrebbero unirsi al nostro progetto.

Per chi vorrà farne parte è un’operazione lanciata in equity crowdfunding sulla piattaforma OPstart con tutte le garanzie offerte da questo strumento controllato Consob.

La grande notizia che accompagna questo nostro passaggio è che con il DL Rilancio 34 del 19 maggio 2020 all’articolo 38, si evidenzia che gli investimenti in Start Up Innovative godono di un beneficio fiscale del 50%.

Il connubio Start Up Innovativa, Crowdfunding, DL Rilancio insieme creano un’opportunità unica nel suo genere che permetterà a chi vorrà investire nell’aumento di capitale della Forever Bambù 27 Srl di recuperare dalle tasse il 50% dell’intero importo investito.

E dal momento che la richiesta di partecipazione da parte di piccoli investitori aumenta nel tempo, man mano che aumentava la notorietà del progetto e del marchio, abbiamo fissato la quota di ingresso per il progetto FB27 a € 2.950,00.

Perché investire in Forever Bambù?

Nell’SpA ci aspettiamo nel nostro worst case una redditività media annua del 9.75%.

A questi si aggiunge il contratto di vendita con il Consorzio Bambù Italia per i prossimi 15 anni.

Altro aspetto da considerare è la rivalutazione del patrimonio post fusione e post quotazione. Il nostro advisor prevede che i 2.950 euro investiti oggi in Forever Bambù avranno un valore finale di circa 4.000/4.200 euro con una rivalutazione di tutto rispetto.

Ma se consideriamo che sull’intero importo versato l’investitore recupererà il 50% dall’IRPEF allora dopo il recupero fiscale quella quota che varrà circa 4.000 euro oggi la paga 1.400 euro ed ecco che Forever Bambù diventa di colpo molto interessante.

PERCHE’ IL BAMBU’ GIGANTE

I prodotti della coltivazione del bambù sono i germogli e le canne, che insieme vantano oltre 1.600 diversi utilizzi industriali ed alimentari.

A livello mondiale, il 27,5% del mercato è rappresentato dalle canne, mentre il 72,5% è costituito dai germogli.

La crescita complessiva del mercato del bambù nel 2019 rispetto all’anno precedente è stata dell’8%, ma IL TREND DEL MERCATO DAL 2009 AL 2019 PARLA DI UN INCREDIBILE +73% PER LE CANNE E +81% PER I GERMOGLI

MERCATO

L’economia legata all’utilizzo del bambù occupa, a livello planetario, oltre 600 milioni di persone (l’8,5% a livello globale) tra lavorazione diretta e indotta, e questo valore è in rapida crescita. Nella sola Cina, dove la piantumazione di Bambù Gigante a scopo industriale ha ormai 50 anni di storia, gli ettari piantumati sfiorano i 10 milioni e sono 6 milioni le persone che lavorano nelle piantagioni.

In Europa, dove l’utilizzo a livello industriale è agli albori, si registra un impiego di 1000 persone ed un potenziale di crescita importante.

In Italia le prime piantumazioni risalgono al 2014, e ad oggi sono circa 1.900 gli ettari piantumati, con la previsione di oltre 2.500 ettari per la fine del 2020.

MERCATO ALIMENTARE

Sono circa 200 le specie di bambù commestibili che forniscono germogli di gusto gradevole. Da un punto di vista nutritivo i germogli di bambù freschi rappresentano un alimento sano, nutriente, a basso contenuto di grassi ed elevato contenuto di fibre: 100 grammi contengono solo 27 calorie e ben 2,2 grammi di fibre.  I germogli di bambù sono inoltre ricchi di vitamine del gruppo B, indispensabili per il corretto funzionamento del metabolismo, e di minerali come il manganese e il rame.

Data la loro diffusione anche nelle cucine occidentali, i germogli di bambù possono essere trovati in molti negozi di alimentari, oltre che nei ristoranti cinesi di tutto il mondo. Anche dopo la cottura i germogli di bambù mantengono la loro fragranza, poiché́ la cottura non distrugge la loro struttura. Una volta cotti, i germogli di bambù possono essere conservati e distribuiti in tutto il mondo.

MERCATO TESSILE

Una delle applicazioni più innovative è l’uso del bambù Moso come fibra tessile per produrre indumenti ad elevata sostenibilità. Kate O’Connor chiama la moda in bambù “un modo di vestire molto più economico [della seta] e molto più sostenibile per l’ambiente”, “il tessuto perfetto per l’estate”.

I tessuti fabbricati con viscosa di bambù hanno alcune proprietà amate da stilisti e consumatori sia convenzionali sia eco-consapevoli, che oggi rispondono alle esigenze della green society

  • Sono meno costosie più resistenti della seta
  • Sono ipoallergenici, e adatti a pelli sensibili grazie alla struttura liscia e rotonda delle fibre.
  • Sono antibatterici e antifungini, grazie ad un agente antibatterico presente nelle piante di bambù che aiuta anche a trattenere gli
  • Sono altamente assorbenti,quasi 3 o 4 volte in più rispetto al cotone, traspiranti e termoregolatori: gli abiti in bambù contribuiscono a mantenere chi li indossa più asciutto, più fresco e più comodo, rispettando la
  • Proteggono dai raggi UV dannosi(ne schermano circa il 98%).

Inoltre, i capi di abbigliamento in bambù sono al 100% biodegradabili e possono essere completamente decomposti nel suolo da microrganismi o alla luce del sole, senza rilasciare, durante la decomposizione, sostanze inquinanti come il gas metano, che è comunemente prodotto nelle discariche.

ALTRI UTILIZZI

Grazie alle fibre flessibili e morbide, il bambù rende possibile la realizzazione di una vasta gamma di prodotti e di forme, e sono centinaia le altre applicazioni del bambù. Sul mercato esistono prodotti di ogni tipo fatti con questo materiale: accessori per la cucina, contenitori di vario genere, sedie, tavoli e gazebi da giardino, caschi, biciclette, cover per cellulari, tastiere per pc, vasi e un’infinità di suppellettili.

COME CONDIVIDERE IL PROGETTO

Il Gruppo Forever Bambù, sviluppatosi a partire dal gennaio 2014, intende realizzare la cosiddetta “green economy” del futuro e dalla recente analisi del modello di business è stato ritenuto essere in possesso di notevoli punti di forza che lo rendono coerente anche per un percorso di quotazione. Da questa prima analisi sono inoltre emersi i pilastri che riteniamo essere la struttura base per un percorso di quotazione

  • il mercato di riferimento in crescita
  • la solidità patrimoniale
  • le capacità del management

Il piano finanziario prevede un consolidamento del progetto e una crescita del gruppo, che passa attraverso due importanti momenti:

  • fondere tutte le società del gruppo in una grande SpA creando così un polo di attrazione e riferimento per tutti gli investitori green europei;
  • tra il 2020 e il 2021 procederemo con la quotazione in borsa.

Dall’avvio di un percorso di quotazione in Borsa derivano molteplici vantaggi per il Gruppo e per i suoi soci. La società acquista valore e contemporaneamente ha la possibilità di reperire capitale con cui finanziare la sua crescita. E gli stessi soci possono beneficiare di questa crescita e nella quotazione trovano una ulteriore wayout facilitata.

A fianco a questo importante traguardo, anche nella veste di SpA, Forever Bambù continuerà a mantenere alti i propri criteri di medio e lungo termine legati alla salute del pianeta e alla ricaduta positiva che si impegna a lasciare alle prossime generazioni.

Si tratta di un’occasione unica per entrare a far parte dell’iniziativa a condizioni particolarmente vantaggiose.