Investi nella creazione di foreste di Bambù Gigante in Italia!

Forever Bambù, grazie al suo metodo proprietario e certificato, pianta e gestisce Foreste di Bambù Gigante in Italia con il quale si posizione come la Prima Azienda Italiana a supportare piccole, medie e grandi imprese nella compensazione delle emissioni di CO2, in accordo con gli obiettivi del Green Deal Europeo.

Le Foreste di Forever Bambù sono in grado di catturare 36 volte la CO2 di una Foresta Tradizionale.

Fai la differenza per il Futuro del Pianeta!

Investimento da € 3.280

 

Forever Bambù nasce dall’idea di Emanuele Rissone, imprenditore dall’età di 21 anni e con alle spalle una storia di un quarto di secolo, nel quale ha portato il marchio Vitamin Store ad essere punto di riferimento in Italia per il mondo dell’integrazione alimentare. Tanto da essere acquisito dal colosso Enervit.

Emanuele ha visto nel Bambù Gigante e nella sua coltivazione quel tratto distintivo dei prodotti che cambieranno la storia dei consumi e della quotidianità in occidente.

Il Bambù può essere oggi in Italia ciò che sono stati i kiwi o i prodotti a base di aloè.

Le Foreste di Bambù gigante sono il prodotto vincente per il prossimo quarto di secolo. Forever Bambù è l’impresa che Mancava, al momento giusto, con la proposta giusta per le aziende italiane ed internazionali, in un settore che sarà fondamentale presidiare per i prossimi 30 anni.

Forever Bambù ha ideato un’attività realmente green capace di migliorare la qualità dell’aria che respiriamo e l’ambiente circostante (grazie al recupero di terreni abbandonati) e che contemporaneamente si possa sviluppare come un business industriale basato su sottostanti concreti e altamente patrimonializzato

Il Bambù Gigante è tutto questo: un prodotto flessibile e dalle grandi potenzialità con un impatto estremamente positivo sull’ambiente che lo circonda, tanto che ha la capacità di catturare 36 volte la CO2 di una Foresta tradizionale.

Quali le linee di business di Forever Bambù?

Attualmente abbiamo 2 linee che garantiranno un costante e ricorrente fatturato per forever Bambù

  • La compensazione della CO2 da cedere alle aziende italiane
  • L’emergente settore della Bioplastica, capace di incastonare la CO2 sequestrata ed allo stesso tempo diminuire la presenza della plastica circolante che tanto sta rovinando i nostri mari e paesaggi.

Il vero beneficio che offre il Bambù Gigante è la sua capacità di assorbimento della CO2. Un ettaro di foresta, gestito da Forever Bambù, è in grado di assorbire 36 volte la CO2 di un ettaro di una Foresta Tradizionale. 

Una pianta di bambù è infatti in grado di sequestrare l’enorme quantità di 229 kg di Co2 ogni anno. Questo grazie alla combinazione di due elementi,

  •  il primo industriale, ovvero il protocollo di gestione delle foreste di Forever Bambù registrato e testato,
  • il secondo naturale, grazie alle caratteristiche intrinseche della specie da noi usata, come la capacità di duplicarsi velocemente – grazie a cui, da una pianta di bambù, in soli 8 anni si otterranno fino a 25 piante adulte con un’altezza fino a 20 metri – e quella di rigenerarsi di anno in anno: dopo aver raccolto le canne in inverno, l’anno seguente, a primavera, vedremo nuovamente un bambuseto identico al precedente.

Con questi numeri straordinari certificati Forever Bambù si posiziona nel 2022 come Il Partner ideale per l’abbattimento della CO2.

Ed ora entriamo nel dettaglio della CO2 e del progetto ForeverZeroCo2

Dai grandi inquinatori alle medie e piccole imprese, entro il 2030 le aziende dovranno diminuire o compensare le loro emissioni del 50% ed entro il 2050 del 100%.

Termini come Carbon Neutral, Emissioni Zero, Carbon Zero e altri si stanno imponendo nel lessico comune; sempre più aziende inseriscono la figura del carbon manager per studiare come ridurre le emissioni aziendali o come compensare.

Questo per poter acquisire un vantaggio competitivo in termini di posizionamento e di fatturato, che può arrivare in alcuni settori fino al 15% annuo.

Dopo il lockdown i consumatori sono più attenti al tema della sostenibilità e sono disponibili a pagare un “premium price” per poter acquistare prodotti sostenibili.

Forever Bambù accompagna le aziende in questo percorso, mettendo a disposizione le superfici aeree delle Foreste di proprietà e la competenza del Team Comunicazione, capace di supportare le aziende nel giusto posizionamento.

E la Bioplastica?

Il legno di bambù ha una quantità di applicazioni quasi infinite. Diciamo semplicemente che tutto ciò che oggi viene fatto in legno comune potrà in futuro essere prodotto con il legno di bambù, dai pavimenti alle cucine, dagli accessori alle sedie, dalle case ai mobili, dalle porte agli uffici insomma proprio tutto.

Oltre a questo, l’utilizzo che apprezziamo di più è quello della

Fibra di Bambù, con cui produciamo una bioplastica non inquinante e bio degradabile.

Nel corso dell’ultimo anno Forever Bambù si è dedicato a fare ricerca e sperimentazione con un’azienda italiana capace di creare bioplastica utilizzando la fibra del Bambù Gigante.

Risultati strepitosi e molto interessanti che hanno portato alla realizzazione dei primi prodotti industriali in bioplastica, che potete ammirare nella nostra sede di Cernusco sul Naviglio

Perché il Bambù avrà un così forte impatto sul pianeta?

Il bambù gigante che usiamo (il Phyllostachys Pubescens comunemente chiamato Moso) non è un albero e quindi non si comporta come tale.

È una pianta che vive grazie ad un complesso sistema di rizomi sotterranei che nell’arco di una decina d’anni vanno a colonizzare l’intero terreno che hanno a disposizione.

Questo implica che quando tagliamo una pianta, ovvero una canna di bambù gigante alta circa 15/20 metri, in realtà non la stiamo uccidendo, come accade per gli alberi, la stiamo solo potando.

Dopo i primi anni le piante diventeranno una splendida foresta che:

  • non necessita più di cure perchè la foresta si auto gestisce e questo significa avere una coltura che non richiede concimi, acqua e fertilizzanti,
  • taglieremo le piante per la legna e queste ricresceranno come per magia senza ripiantumarle. Avremo foreste che produrranno legna in continuità per decenni.

Com’è Strutturata Forever Bambù?

Lasciamo la parola al Fondatore e ideatore del Progetto Emanuele Rissone.

Forever Bambù nasce a fine 2014 come Srl e in questi 7 anni di attività ne abbiamo realizzate ben 29.  Tutte insieme formano i nostri 6 comparti o foreste sparsi sul territorio italiano. Due in Piemonte e tre in Toscana, 1 in Emilia Romagna e 1 in Lombardia.

Possediamo una Holding creata dai primi soci fondatori che con me si sono adoperati per promuovere questo progetto e farlo partire.

Abbiamo da poco terminato un progetto di ristrutturazione, con una maxi fusione di tutte le Srl del gruppo che hanno dato vita ad una Maxi Srl che entro la fine del 2022 sarà trasformata nella più grande SpA presente sul mercato per la creazione di foreste di Bambù Gigante per l’assorbimento della Co2.

Prossimi passi con noi?

Partecipa come investitore diventando socio del nostro progetto.

Crediamo che si stia aprendo un momento magico per i nostri soci che intendono aumentare il proprio investimento in Forever Bambù e ovviamente ancor più per i nuovi interessati.

Nel 2022 abbiamo aperto l’ultimo aumento di capitale previsto prima della quotazione in borsa. Si tratta della Forever Bambù 29, Start Up Innovativa.

Sarà di grandi dimensioni (svariati milioni di euro) e avrà come obiettivo

La realizzazione del più grande impianto europeo, insieme alla Forever Bambù 27 e 28, in provincia di Grosseto.

Per chi vorrà farne parte è un’operazione lanciata in equity crowdfunding sulla piattaforma OPstart con tutte le garanzie offerte da questo strumento controllato Consob.

La grande notizia che accompagna questo nostro passaggio è che gli investimenti in Start Up Innovative godono di un beneficio del 30% di detrazione dall’Irpef.

E dal momento che la richiesta di partecipazione da parte di piccoli investitori aumenta e ci stiamo avvicinando alla quotazione in borsa, abbiamo fissato la quota di ingresso per il progetto FB29 a € 3.280,00.

Perché investire in Forever Bambù?

Per essere protagonisti del mercato italiano e internazionale per i prossimi 20/30 anni, soci di un’azienda che ha un importante redditività media annua.

A questi si aggiunge il contratto di vendita con il Consorzio Bambù Italia per i prossimi 15 anni.

A tutto questo si aggiunge la rivalutazione del patrimonio post fusione e post quotazione.

Se consideriamo che sull’intero importo versato l’investitore recupererà il 30% dall’IRPEF ecco che Forever Bambù diventa di colpo molto interessante.

Il modello di Business

Forever Bambù adotta un un modello di business circolare basato sulla coltivazione di bambù gigante per creare foreste che quando iniziano ad essere mature (dal quinto anno in poi) vengono tagliate a strisce e questo taglio di canne permette di produrre del cippato che viene spedito ad un’azienda e viene legato a delle plastiche riciclate per produrre dei nuovi tipi di plastica, ovvero delle bioplastiche che hanno al loro interno una matrice vegetale.

Questa è la circolarità di Forever Bambù, cioè creare delle foreste che per 100 anni continuano ad essere tagliate a fette, ci permettono di produrre bioplastica, ci permettono di sequestrare CO2 dall’ambiente e contemporaneamente emettere ossigeno nell’ambiente. Circolarità completa dalla A alla Z.

COME CONDIVIDERE IL PROGETTO

Il Gruppo Forever Bambù, sviluppatosi a partire dal gennaio 2014, intende realizzare la “Real Green economy” del futuro ed è in possesso di notevoli punti di forza che lo rendono coerente anche per un percorso di quotazione. Questi i pilastri identificati per un percorso di quotazione

  • il mercato di riferimento in crescita
  • la solidità patrimoniale
  • le capacità del management

Il piano finanziario prevede un consolidamento del progetto e una crescita del gruppo, che passa attraverso due importanti momenti:

  • fondere tutte le società del gruppo in una Maxi Srl che diventerà entro il 2022 la più grande SpA a livello Europeo, creando così un polo di attrazione e riferimento per tutti gli investitori green europei;
  • Procedere con la quotazione in borsa entro la fine del 2022.

Dall’avvio di un percorso di quotazione in Borsa derivano molteplici vantaggi per il Gruppo e per i suoi soci. La società acquista valore e contemporaneamente ha la possibilità di reperire capitale con cui finanziare la sua crescita. E gli stessi soci possono beneficiare di questa crescita e nella quotazione trovano una ulteriore wayout facilitata.

A fianco a questo importante traguardo, anche nella veste di SpA, Forever Bambù continuerà a mantenere alti i propri criteri di medio e lungo termine legati alla salute del pianeta e alla ricaduta positiva che si impegna a lasciare alle prossime generazioni.

Si tratta di un’occasione unica per entrare a far parte dell’iniziativa a condizioni particolarmente vantaggiose.