Migliori Franchising Immobiliari

Migliori Franchising Immobiliari

Scopri quali sono e come riconoscere i migliori franchising immobiliari operativi nel mercato odierno, nonché tutto ciò che devi sapere per aprire la tua agenzia immobiliare in franchising.

 

Scopri l’elenco completo dei migliori Franchising Immobiliari

Il Settore

Il settore immobiliare ha saputo rinnovarsi ed incontrare le nuove esigenze del mercato, grazie anche agli innovativi e dinamici format proposti dalle reti in franchising di questo settore.

Ad oggi il mercato immobiliare è sicuramente più dinamico rispetto al passato ed è suscettibile a trend di crescita più o meno elevati, così come a momenti di crisi. Tuttavia i franchising immobiliari hanno saputo mantenere una buona solidità anche durante i momenti di crisi grazie ad un approccio moderno, dinamico e digitale, e rispondendo in maniera efficace ai reali bisogni ed alle richieste dei potenziali clienti, nonché alle tendenze del mercato.

I franchising immobiliari risultano dunque oggi una scelta valida per aprire la propria attività nel settore e la vasta gamma di format disponibili permette di aprire un’agenzia online così come su strada, specializzarsi in affitti o in aste, e così via.

Cosa Serve

Aprire un’agenzia immobiliare in franchising significa entrare in una rete consolidata con decenni di esperienza sul mercato e nel settore degli immobili, degli affitti, delle locazioni e dell’intermediazione.

Per affiliarsi ad un franchising immobiliare sarà innanzitutto necessario:

  • Possedere i requisiti morali e professionali richiesti dalla legge
  • Essere in possesso dei requisiti personali, e non, richiesti dalla rete

Sarà poi necessario trovare un locale commerciale da adibire ad ufficio con metratura mediamente richiesta di circa 50 mq. L’ubicazione ottimale, il bacino di utenza ed altre caratteristiche inerenti il locale vengono spesso richieste dalla rete franchising. Ad oggi, con il crescere della digitalizzazione anche nel settore immobiliare, è inoltre possibile anche aprire un franchising immobiliare online, operando senza sede fisica e lavorando  da remoto o su appuntamento.

In ultimo bisognerà essere in possesso del budget necessario all’avvio e seguire l’iter burocratico per diventare un agente immobiliare (Partita Iva ed iscrizione all’Albo presso la Camera di Commercio).

Migliori Franchising Immobiliari

I Vantaggi

Aprire un franchising immobiliare significa poter contare su numerosi vantaggi competitivi tra cui:

  • Formazione iniziale ed aggiornamento costante
  • Assistenza, consulenza, supporto ed affiancamento costanti
  • Esperienza e know how di una rete solida
  • Utilizzo di un brand noto con una solida reputazione già maturata
  • Database di clienti ed immobili messi a disposizione dalla casa madre
  • Software gestionali, fornitura completa ed allestimento dell’agenzia chiavi in mano
  • Format testato e di facile gestione
  • Esclusiva di zona
  • Servizi esclusivi, sito internet, campagne marketing centralizzate
  • Costi di avvio e gestione ridotti e rapido rientro dall’investimento
  • Accordi e partnership già maturate e potere commerciale del network
  • Basso rischio imprenditoriale

Gli Svantaggi

Per aprire un’agenzia immobiliare in franchising vengono spesso richieste:

  • Fee d’entrata (da pagare una tantum)
  • Royalty ed altri canoni periodici (come ad esempio per le campagne marketing, per l’utilizzo dei software e dei database, ecc)
  • Mantenimento di immagine, standard e modalità operative della rete

Come Riconoscere i Migliori Franchising Immobiliari

I migliori franchising immobiliari, ovvero quelli che sono più solidi ed offrono le maggiori potenzialità di successo agli affiliati, si riconoscono solamente con un’attenta analisi e valutazione di diversi elementi.

Tra gli elementi più importanti da valutare ed analizzare per capire se un franchising immobiliare sia davvero affidabile, serio e professionale, nonché di successo, vi sono: la notorietà dell’insegna e la sua estensione a livello nazionale / internazionale, l’esperienza diretta della casa madre e gli anni di attività nel settore, il tasso di gradimento degli affiliati al network, i motivi dell’eventuale cessazione dell’attività degli affiliati non più operativi, le condizioni del contratto di affiliazione commerciale, i servizi ed i vantaggi in questo inclusi, i costi richiesti (sia inerenti al rapporto di franchising che di competenza esclusiva dell’affiliato), la qualità e quantità della formazione offerta, gli investimenti in marketing e comunicazione, il grado di innovazione e digitalizzazione dell’azienda, gli investimenti in sviluppo e ricerca, e così via.

I Costi

Aprire un franchising immobiliare è oggi possibile con format nuovi e dinamici.

Gli investimenti richiesti variano sensibilmente in base alla notorietà dell’insegna franchising, ai servizi offerti agli affiliati, alla tipologia di format e di servizi offerti alla clientela, alla presenza o meno di una sede fisica, e così via.

Per aprire un franchising immobiliare online, senza sede fisica, si parla di investimenti iniziali minimi a partire da appena 200 euro.

Mediamente, per aprire un franchising immobiliare con un format snello ed un’eventuale sede fisica di dimensioni minime, viene richiesto un budget di investimento compreso tra 3.000 e 5.00 euro.

L’investimento iniziale richiesto, come detto sopra, dipende in molta parte dalla quantità e tipologia di servizi offerti, dalla notorietà del brand e da altri fattori. Per i franchising immobiliari più noti e con format più complessi e competi, l’investimento può arrivare anche fino a 40.000 euro.

 

Visiona tutti i Franchising di Agenzie Immobiliari

 

Search
Generic filters
Exact matches only
Filter by Custom Post Type