Sosta Emiliana


Settore: Franchising  Ristorazione prodotti tipici
Investimento: €

sosta-emiliana-franchising-logoLa genesi

Il progetto franchising Sosta Emiliana nasce nel 2014, quando viene aperto, nella centralissima Piazza XX Settembre a Modena, il locale “Ai Sorrisi” specializzato in tigelle.
L’attenzione dei fondatori si concentra sull’accurata scelta delle materie prime e dei prodotti, secondo criteri di alto valore qualitativo e di rigorosa tradizione territoriale.
L’attività ottiene subito un buon riscontro da parte del pubblico,ma la voglia di portare il sapore autentico dell’Emilia in giro per l’Italia e nel mondo, spinge i fondatori ad andare oltre.
Un lavoro di squadra con consulenti, creativi, esperti del retail e del food, ha permesso poi di enfatizzare la connotazione regionale e di costruire un’identità più forte.
Nasce così all’inizio del 2017 “Sosta Emiliana”.

sosta-emiliana-franchising-2-foto

La Mission

Offrire ai clienti una esperienza di consumo rilassata e informale, densa di sapori ritrovati e di scoperte culinarie, all’insegna dell’emilianità, tra tradizione e innovazione.

Il concept

Il nome Sosta descrive bene l’offerta che prevede un consumo veloce, fatto di sorsi e di bocconi, di assaggi e di gustose sorprese.

L’atmosfera del locale viene immediatamente percepita come piacevole e ideale per una sosta in pausa pranzo, per un aperitivo, per una cena non impegnativa.

Il menù è un puro concentrato emiliano che soddisfa i palati più esigenti e chi è sempre alla ricerca di prodotti tipici del territorio: salumi, formaggi, tigelle, aceto balsamico e altro ancora accompagnati da birre artigianali. Per gli appassionati di vino, invece, è l’occasione per scoprire e degustare vitigni autoctoni raramente offerti fuori dai confini emiliani.

Il format, concepito per il consumo sul posto, è adatto sia al centro urbano, sia al centro commerciale.

Si localizza in città o cittadine con un bacino d’utenza non inferiore ai 100.000 abitanti nell’ambito di una raggiungibilità di 15 minuti in auto, un’ubicazione in centro storico in zone di qualificato passaggio pedonale, in un centro commerciale di primario livello. Il posizionamento deve essere ad alta visibilità, il sito prestigioso.

sosta-emiliana-franchising-locale-interno

Il locale commerciale deve avere una dimensione variabile tra gli 80 ed i 100 mq con la possibilità di un dehor.

I piatti proposti non prevedono la necessità di cucina e di canna fumaria, pertanto l’individuazione dei locali è resa più agevole e a costi locativi più bassi.

Il layout è semplice, moderno e con una forte identità, ma richiama anche la tradizione delle “vecchie osterie”.

Oltre alla zona di accoglienza degli avventori il locale dovrà dedicare una zona al banco di preparazione dei piatti, un bagno per il pubblico, un magazzino per lo stoccaggio della merce e spogliatoio e bagno dipendenti.

sosta-emiliana-franchising-locale

Il menù

Per garantire tutti i sapori unici e genuini del territorio emiliano, vengono utilizzati solo prodotti di qualità e tipici del territorio.In generale il menù si basa sulla semplicità e sul gusto: taglieri di salumi e formaggi, tigelle (classiche, gourmet e vegetariane), insalatone, zuppe e dolci tipici.
In particolare per le tigelle (prodotto icona dell’emilianità) si è scelta una farina macinata a pietra in purezza per garantire un prodotto ricco di nutrienti, dall’elevata digeribilità e dal profumo d’altri tempi.
Si utilizzano solo uova di galline allevate a terra, verdure e frutta fresche e confetture biologiche.
Il tutto si può accompagnare con birre artigianali e vini tipici del territorio, tra cui spicca ovviamente il Lambrusco.

sosta-emiliana-franchising-tigelle

Le opportunità di un mercato che cresce

Il progetto Sosta Emiliana si inserisce in un trend di strutturale crescita dei consumi alimentari fuori casa.
Dal 1970 ad oggi la domanda del mercato alimentare italiano fuori casa è infatti aumentata continuamente.
I consumi alimentari extradomestici, con un tasso medio annuo del 3%, hanno registrato un incremento del 141% (Fonte FIPE).
Nel 1990 la percentuale dei consumi alimentari fuori casa era del 25,4%, nel 2000 è arrivata al 30%, nel 2015 ha superato il 34,5% e la percentuale attesa per il 2030 sarà del 45%.
C’è dunque ampio spazio per chi sa cogliere i trend di un mercato in rapida e consistente evoluzione.
Gli italiani consumano sempre più fuori casa e proprio per questo richiedono qualità, standard di servizio e un preciso posizionamento dell’offerta.
Uno dei motivi attuali è la riscoperta della tradizione culinaria italiana che si accompagna al rinnovato interesse per i nostri prodotti tipici e per la gastronomia di qualità.
Sosta Emiliana coglie in pieno queste tendenze, attualizzandole, ovvero inserendole in un contesto più moderno e destrutturato rispetto all’antica osteria.

I punti di forza del franchising Sosta Emiliana

  • Sosta Emiliana è un format che porta con sé tutto l’appeal del made in Italy a tavola;
  • Superficie del locale contenuta;
  • Non servono un cuoco o particolari abilità in cucina e non è necessario avere un’esperienza nella ristorazione;
  • Non serve la canna fumaria;
  • Il menu è attentamente studiato per coniugare tradizione, gusto e novità;
  • L’immagine è curata in ogni suo aspetto: packaging, prodotti, locale, marketing e comunicazione;
  • Gli investimenti iniziali sono contenuti;
  • L’attività ha pochi vincoli e può essere avviata rapidamente.

sosta-emiliana-franchising-3-foto

I requisiti dell’Affiliato Sosta Emiliana

Il nostro partner deve essere dotato di uno spiccato spirito imprenditoriale ma non deve avere necessariamente esperienza nel mondo della ristorazione. L’Affiliato potrà svolgere direttamente alcune mansioni nel locale oppure ricoprire esclusivamente il ruolo di investitore. Non sono pertanto richieste particolari abilità in cucina o titoli specifici, ma costituiscono requisiti preferenziali uno spiccato spirito imprenditoriale, passione ed attitudine per il settore, cultura dell’accoglienza e propensione al contatto con il pubblico.
Tutta l’esperienza maturata viene messa a disposizione dell’Affiliato e dei suoi collaboratori con una formula “chiavi in mano” per l’apertura del locale, un’attenta formazione iniziale ed assistenza continua.

Gli apporti del franchisor

  • Business Plan personalizzato;
  • Scelta assistita e condivisa della location;
  • Supporto per il disbrigo delle pratiche burocratiche;
  • Progettazione del locale e realizzazione chiavi in mano;
  • Affiancamento in loco, assistenza e supporto pre-apertura;
  • Formazione del titolare;
  • Assistenza nella selezione e nella formazione del personale;
  • Hardware e software di gestione;
  • Organizzazione del lavoro e dei metodi di preparazione;
  • Menu engineering;
  • Fornitura dei ricettari;
  • Selezione esperta dei fornitori, delle materie prime e dei prodotti;
  • Immagine coordinata, curata in ogni dettaglio;
  • Supporto marketing off-line ed on-line;.

COMPILA IL MODULO PER AVERE INFORMAZIONI SU QUESTA PROPOSTA

Nome (obbligatorio)

Cognome (obbligatorio)

Email (obbligatorio)

Telefono (obbligatorio)

Indirizzo

CAP

Città

Provincia

Regione

Possiedi la capacità di investimento richiesta? (obbligatorio)


Autorizzo al trattamento dei dati nei modi e secondo le finalità descritte nella pagina Privacy