Aprire un CAF in Franchising

Aprire un CAF in Franchising

In questa guida vediamo come aprire un CAF ed entrare nel redditizio settore dei servizi fiscali, cosa serve, i costi e perché conviene farlo attraverso il franchising.

 

Scopri tutte le migliori offerte del settore: Franchising CAF e Servizi Fiscali

Torna alla sezione con tutte le Guide per Aprire un’Attività

COSA SONO I CAF

I CAF sono Centri di Assistenza Fiscale, operatori che dopo aver ottenuto l’autorizzazione dal Ministero delle Finanze, e dopo iscrizione all’Albo Nazionale, offrono ai cittadini servizi ed assistenza fiscale di vario genere.

Oggi la legge consente solo a determinate categorie di organizzazioni, e non ai privati, di aprire un CAF. Considerando i requisiti ed un iter burocratico non tra i più semplici, dunque, negli ultimi anni si è diffusa la possibilità di collaborare con soggetti autorizzati, come lo sono anche alcune aziende franchising, ed aprire un ufficio CAF associato.

COSA SERVE PER APRIRE UN CAF

Per aprire un CAF in autonomia è necessario appartenere ad una delle seguenti categorie di soggetti ed associazioni:

  • associazioni sindacali di categoria fra imprenditori istituite da almeno 10 anni
  • organizzazioni aderenti alle associazioni di cui sopra
  • organizzazioni sindacali, sostituti di imposta ed associazioni di lavoratori con almeno 50.000 aderenti

Se pur semplicità abbiamo riassunto, i soggetti a le associazioni di cui sopra dovranno poi sottostare ad ulteriori e diversi requisiti ed adempimenti minimi.

Per un professionista, commercialista, consulente del lavoro che non faccia parte delle categorie di cui sopra, l’unico modo per aprire un CAF è quello di associarsi ad un CAF già esistente e diventare soggetto autorizzato o incaricato.

Va da sé che per aprire un CAF così come per diventare un soggetto autorizzato o incaricato nel settore, sarà indispensabile conoscere la materia fiscale.

A livello puramente pratico, per aprire un CAF sono sufficienti le dotazioni di base necessarie per allestire un piccolo ufficio fisico, ma si potrà anche optare per lo smart working, operando unicamente online.

REQUISITI ED ITER BUROCRATICO PER APRIRE UN CAF

Per aprire un CAF sarà necessario adempiere al seguente iter burocratico:

  • apertura Partita Iva e scelta del regime fiscale e contabile
  • richiesta di Associazione ad un CAF o in alternativa ottenimento dell’Autorizzazione ed iscrizione all’Albo dei Centri di Assistenza Fiscale
  • comunicazione di Avvio Attività al Comune
  • stipula delle Assicurazioni necessarie
  • apertura delle posizioni INPS ed INAIL
  • adeguamento e messa a norma del locale, se presente una sede fisica

Per aprire un Centro di Assistenza Fiscale è necessario seguire un iter specifico, richiedendo l’autorizzazione all’Agenzia delle Entrate ed effettuando i necessari adempimenti fiscali. Solo se si decide di associarsi ad un CAF già esistente, con un rapporto di franchising o meno, non sarà necessario richiedere l’autorizzazione all’Agenzia delle Entrate in quanto si potrà sfruttare la licenza già ottenuta dal CAF a cui ci si associa.

I CAF sono disciplinati dal capo V del Decreto n. 241 del 1997 sottoposto a modifica dal dlgs 490/498.

 

Scopri tutte le migliori offerte del settore: Franchising CAF e Servizi Fiscali

QUANTO COSTA APRIRE UN CAF

Aprire un CAF da zero significa dover mettere a budget un investimento di circa 40.000 – 50.000 euro.

Molto meno sarà necessario nel caso in cui si abbia uno studio professionale già avviato al quale si vuole implementare il servizio CAF. In questo secondo caso saranno infatti necessari solo interventi di adeguamento (che comunque richiederanno un piccolo investimento).

Aprire un CAF in franchising richiede invece investimenti decisamente più contenuti. Per aprire un CAF o uno studio di assistenza e servizi fiscali in franchising, con sede fisica oppure online, gli investimenti mediamente richiesti sono compresi tra 2.000 e 5.000 euro.

APRIRE UN CAF IN FRANCHISING

Aprire un CAF in franchising significa associarsi ad una realtà già riconosciuta ed abilitata dal Ministero delle Finanze, potendo dunque semplificare l’iter di avvio e potendo al contempo sfruttare numerosi vantaggi competitivi:

  • generalmente non vengono richieste fee, royalty, né altri contributi
  • vengono concessi software, database e gestionali all’avanguardia
  • sfruttamento di partnership, convenzioni ed agevolazioni
  • corsi di formazione ed aggiornamento
  • accesso a know-how ed esperienze mature
  • assistenza, consulenza, affiancamento e supporto continuativi
  • marketing e comunicazione centralizzati
  • sfruttamento della brand reputation maturata
  • iter burocratico e di avvio snellito e semplificato
  • riduzione del rischio imprenditoriale
  • riduzione dei costi di avvio e gestione

 

Scopri tutte le migliori offerte del settore: Franchising CAF e Servizi Fiscali

Torna alla sezione con tutte le Guide per Aprire un’Attività

 

Search
Generic filters
Exact matches only
Filter by Custom Post Type